Ballottaggio a Roma in tutti i 15 municipi

0
264
Ballottaggio a Roma

Nella capitale tutto è ancora incerto. Il ballottaggio a Roma si effettuerà in tutti i municipi in quanto, al primo turno, nessun Presidente è stato eletto.

L’organizzazione dei municipi

I municipi hanno autonomia gestionale, finanziaria e contabile. Ogni municipio ha un presidente, scelto con elezione diretta. La giunta municipale è formata da sei assessori, di cui uno con funzioni di vicepresidente, che vengono nominati dal presidente. Il territorio di Roma Capitale è articolato in 15 municipi, che a loro volta sono divisi in 155 zone urbanistiche con finalità statistiche, di pianificazione e di gestione del territorio.

I municipio: ballottaggio a Roma tra Bonaccorsi e Santonocito

Nel I municipio è in testa l’ex sottosegretaria ai Beni culturali del secondo Governo Conte ed ex deputata del Pd Lorenza Bonaccorsi che ha chiuso il primo turno al 40,06% ottenendo 26.188 voti, in netto vantaggio rispetto al consigliere municipale Lorenzo Santonocito del centrodestra.

II municipio: sfida fra Del Bello e Di Tursi

É in corsa per il secondo mandato la minisindaca uscente del centrosinistra Francesca Del Bello è avanti con il 34,23% (24.037 voti), rispetto a Patrizio Di Tursi del centrodestra che ha ottenuto il 29,08% (20.423 voti), che è consigliere uscente e ufficiale dell’Esercito.

III municipio: ballottaggio a Roma tra Marchionne e Petrella

Nel III municipio dove nel dicembre del 2018 le fiamme hanno distrutto il Tmb Salario, l’impianto di trattamento meccanico biologico dei rifiuti, la sfida è tra Paolo Emilio Marchionne per il centrosinistra, al 35,42% (29.698 voti) e la candidata del centrodestra Giordana Petrella che ha incassato il 31,34% dei voti (26.278 voti).

IV municipio: sfida alle urne fra Santoro e Umberti

Nel IV municipio l’amministrazione pentastellata era caduta e la minisindaca Roberta Della Casa era stata sfiduciata nel 2020, sostituita dalla commissaria Virginia Raggi.
In testa al primo turno c’è il candidato del centrodestra Roberto Santoro con il 34,76% (23.684 voti). Al ballottaggio se la vedrà con Massimiliano Umberti del centrosinistra, che ha ottenuto il 30,83% dei consensi (21.007 voti).


Scontri a Roma: quando un vaccino per la decenza?


V municipio: al ballottaggio Rinaldi e Caliste

Poche centinaia di voti separano i due candidati al ballottaggio del V Municipio. Il primo turno si è concluso quasi con un pareggio tra Daniele Rinaldi del centrodestra al 34,28% (29.129), in lievissimo vantaggio rispetto a Mauro Caliste del centrosinistra, al 34,01% (28.901).

VI municipio: è sfida fra Franco e Filippone

Nel VI municipio il M5S contende la poltrona della presidenza, l’unica, ma in netto svantaggio, con Francesca Filipponi, ex assessora alle politiche sociali della giunta Romanella, che ha conquistato il ballottaggio con il 21,95% dei consensi (15.740 voti). La sfida per Filipponi è davvero complessa, se si considera che il candidato del centrodestra Nicola Franco è al 43,18% (30.964 voti), dunque ha oltre 20 punti di vantaggio.

VII municipio: ballottaggio a Roma fra Laddaga e Avveduto

Anche qui i pentastellati hanno perso lo scettro. Al ballottaggio se la vedranno i candidati del centrosinistra Francesco Laddaga, in vantaggio con il 35,67% (45.698 voti) e del centrodestra Luigi Avveduto che ha ottenuto il 30,10% dei consensi (38.569 voti).

VIII municipio: ballottaggio Ciaccheri-Scimè

In netto vantaggio nell’VIII Municipio c’è il mini sindaco uscente del centrosinistra Amedeo Ciaccheri, che ha avuto il 46,16% dei voti (26.051 in tutto). Al ballottaggio se la vedrà con l’esponente del centrodestra Alessio Scimè, dirigente nazionale di Fratelli d’Italia, con il 25,53% dei consensi (14.410 voti).

IX municipio: sfida De Jiuliis-Di Salvo

La sfida è tra il candidato del centrodestra Massimiliano De Juliis in testa con il 33,69% con 25.547 voti e Titti Di Salvo del centrosinistra, con il 29,63% dei consensi (22.469 voti).

X municipio: ballottaggio Picca-Falconi

Nell’ex feudo pentastellato di Ostia la prima tornata del voto si chiude in vantaggio per la leghista Monica Picca, insegnante alle superiori, in testa con il 39,11% con 31.522 voti. Se la vedrà con il cardiologo Mario Falconi, già presidente dell’Ordine dei medici di Roma, candidato nelle file del centrosinistra con il 26,29% delle preferenze con 21.190 voti.

XI municipio: sfida Catalano-Lanzi

Una manciata di voti divide il leghista Daniele Catalano al 35,31% per il centrodestra con 20.407 voti da Gianluca Lanzi per il centrosinistra al 34,99 per cento (con 20.227 voti).

XII municipio: ballottaggio a Roma fra Tomassetti e Massaro

In testa il capogruppo uscente del Pd Elio Tomassetti con il 39,89% con 23.112 voti, che nella sfida del ballottaggio dovrà affrontare il vice coordinatore romano di Forza Italia Pietrangelo Massaro del centrodestra, che ha incassato il 27,42% delle preferenze (15.888 voti).

XIII municipio: sfida fra Giovagnorio e Giuseppetti

Al ballottaggio andranno Marco Giovagnorio del centrodestra con il 38,33% e 19.442 voti e Sabrina Giuseppetti per il centrosinistra, con il 30,15 per cento e 15.293 voti. Non passa la mini sindaca uscente Giuseppina Castagnetta (M5S), che si ferma al 14,69%.

XIV municipio: contesa fra Naso e Della Porta

Al ballottaggio si sfideranno Domenico Naso per il centrodestra che ha incassato il 35,80% dei voti (25.997 voti) e Marco Della Porta per il centrosinistra al 33,04%, in tutto 23.992 voti. Crolla anche qui un feudo pentastellato.

XV municipio: ballottaggio a Roma tra Signorini e Torquati

Al ballottaggio vanno Andrea Signorini per il centrodestra in vantaggio con il 41,17% dei voti in tutto 23.517 voti, contro Daniele Torquati del centrosinistra, che ha chiuso il primo turno con il 28,08% dei voti (16.041 voti).