Ombretto rosa sfavillante, eye liner, rimmel e lucido alle labbra scintillante, trucco scontato per una  giovane donna di oggi, ma la cosa sorprendente è che a fare di questi trucchi un must è una bambina di sei anni.
Rebecca, protagonista indiscussa della sua festa di compleanno, dà lezioni di stile ancor prima di avere imparato a leggere, ella infatti ha pianificato la festa in cui avrebbe spento sei candeline per ben tre mesi prima dell’evento senza lasciare nulla al caso, spinta da genitori e familiari ad un’ostentazione che farebbe invidia persino ad una teenager.
 Siamo a Catania dove ancora le tradizioni familiari sono molto forti e non esiste “festicciola” che si rispetti dove non sono presenti almeno 150 invitati tra  nonni, zii, cugini dal primo al decimo grado, amici o semplici vicini di casa.
 Non poteva essere da meno dunque la nostra Rebecca  che ha espresso il desiderio di essere Barbie per un giorno così, per realizzare questo suo desiderio, la zia Francesca, madrina della piccola insieme ai genitori e ai nonni, si è mobilitata per regalare alla nipotina un giorno da principessa.
Una Barbie principessa umana che si rispetti non può non avere un abito identico a quello indossato dalla sua ispiratrice in plastica. È bastato, infatti, a Rebecca andare da una delle migliori sarte della sua città con la sua Barbie in mano e chiedere con convinzione e fermezza un abito che riproducesse completamente quello della sua amica plastificata.
Strascico rosa, corpetto in tinta di raso e un bellissimo fiocco rosa dietro la schiena.
E le scarpe? Una Barbie principessa che si rispetti non può non avere scarpe gioiello ai piedi così risponde Rebecca a chi le chiede che scarpe indosserà per la sua mega festa.
Dalla scelta della location alla bomboniera da regalare agli ospiti per ringraziarli della loro presenza al suo compleanno, Rebecca non ha tralasciato nulla al caso.
Villa con piscina da sfondo, palloncini bianchi e rosa dappertutto, animatori, musica, petali di rosa sul tavolo del buffet, video proiettore in sala per trasmettere le immagini della piccola, dalla sua prima ecografia alle lezioni di danza, torta in pasta di zucchero, rigorosamente di Barbie,  Fuochi d’artificio e champagne.
A riprendere la serata con riprese video e scatti fotografici non poteva mancare certamente un fotografo professionista che con un pizzico di magia ha fissato nel tempo il sogno di una bambina che forse, però, vive di riflesso i sogni che i suoi familiari fanno per lei.
Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here