BA Better World: il programma di sostenibilità della British Airways

0
262

British Airways ha lanciato BA Better World, un nuovo programma di sostenibilità che descrive come il suo “viaggio più importante di sempre”. Per evidenziare le ambizioni del programma, ha collaborato con Airbus per dipingere uno dei suoi A320neo con i nuovi colori del programma di sostenibilità. Il moderno ed efficiente A320neo ha il 20% in meno di consumi ed emissioni di CO2 e il 50% in meno di emissioni acustiche rispetto alla precedente generazione di A320ceo.

BA Better World: quali sono gli obiettivi della compagnia aerea britannica?

La compagnia aerea ha affermato che questo nuovo progetto segna un ulteriore impegno per “mettere la sostenibilità al centro della sua attività, dalla riduzione delle emissioni e dei rifiuti e dal contributo positivo alle comunità che serve, alla creazione di un luogo ideale in cui le persone possano lavorare al fine di costruire un resiliente , impresa responsabile”. British Airways sostiene da tempo gli sforzi dell’industria aeronautica per la decarbonizzazione. Nel 1992 è stata la prima compagnia aerea a segnalare la propria impronta di carbonio. Nel 2002 ha iniziato a partecipare allo scambio di emissioni nel Regno Unito, mentre nel 2019 la sua società madre IAG è diventata il primo gruppo aereo al mondo a impegnarsi a zero emissioni nette di CO2 entro il 2050. L’anno scorso anche British Airways ha accettato volontariamente di compensare tutte le emissioni dei suoi voli nazionali. “Con BA Better World siamo nel nostro viaggio più importante: verso un futuro migliore, più sostenibile e che assicurerà il successo a lungo termine della nostra attività. È chiaro che abbiamo la responsabilità di ridurre il nostro impatto sul pianeta e abbiamo un piano dettagliato per raggiungere zero emissioni nette di carbonio entro il 2050, compreso l’investimento in velivoli più efficienti dal punto di vista dei consumi, il miglioramento della nostra efficienza operativa e l’investimento nello sviluppo di velivoli sostenibili carburante per l’aviazione e aerei a emissioni zero“, ha affermato il CEO e presidente di British Airways Sean Doyle al lancio del programma.

L’impegno sul carburante

Dopo aver svelato la nuova livrea dell’aeromobile questa settimana, British Airways ha annunciato una collaborazione con bp, impegnandosi a fornire carburante per l’aviazione sostenibile per tutti i suoi voli tra Londra, Glasgow ed Edimburgo durante il vertice sui cambiamenti climatici COP26 del Regno Unito che si terrà a Glasgow alla fine dell’anno. Per i voli dagli aeroporti di City, Gatwick e Heathrow nella capitale del Regno Unito, il carburante sarà miscelato con il tradizionale carburante per aerei per soddisfare i requisiti di certificazione. Il SAF acquistato per il periodo della COP26 fornisce una riduzione del carbonio fino all’80% rispetto al carburante per jet tradizionale. La collaborazione con bp fa parte dell’impegno a lungo termine di British Airways per lo sviluppo e l’uso di carburante sostenibile per l’aviazione. La società madre della compagnia aerea, International Airlines Group (IAG), sta investendo 400 milioni di dollari nello sviluppo di SAF, con British Airways che stringe partnership con una serie di società di tecnologia e carburante per sviluppare impianti SAF e acquistare il carburante, anche con Velocys nel Regno Unito e LanzaJet negli Stati Uniti. British Airways, come parte di un impegno IAG, ha recentemente dichiarato che alimenterà il 10% del suo fabbisogno di carburante con SAF entro il 2030.


L’impresa di Boeing: aerei a biocarburante entro il 2030

BA Better World: tanti progetti per ridurre l’inquinamento

La compagnia aerea sta collaborando con la società tecnologica Velocys sul progetto Altato per costruire un impianto commerciale di smaltimento dei rifiuti per la produzione di SAF a Immingham, nel Lincolnshire. Altato impiegherà più di mezzo milione di tonnellate all’anno di rifiuti domestici e commerciali e produrrà fino a 80 milioni di litri di SAF e nafta a combustione più pulita. Il progetto ha già ricevuto l’autorizzazione alla pianificazione dal North East Lincolnshire Council ed è nelle fasi finali della preparazione per la progettazione ingegneristica del front-end.

Produrre SAF dall’alcol

Project Speedbird è una collaborazione tra British Airways, LanzaJet e Nova Pangaea, con l’obiettivo di produrre 100 milioni di litri di carburante sostenibile all’anno a partire dal 2025, sufficienti per alimentare 2.000 voli da Londra a New York operati da un aereo A350. La tecnologia si basa sul processo REFNOVA di Nova Pangea di conversione del legno di scarto in alcol. La tecnologia alcol-getto (ATJ) di LanzaJet, sviluppata da LanzaTech e dal Pacific Northwest National Lab, converte quindi l’alcol per produrre carburante per aviazione sostenibile e diesel rinnovabile. British Airways sta inoltre lavorando a due ulteriori progetti di decarbonizzazione con LanzaTech e LanzaJet che, in caso di successo, potrebbero produrre ciascuno più di 100 milioni di litri all’anno di SAF. Il primo implicherebbe la cattura dell’anidride carbonica (CO2) dall’atmosfera e la sua conversione in SAF. Il secondo sosterrebbe lo sviluppo di un impianto SAF a Port Talbot, nel Galles meridionale, che produrrebbe SAF da rifiuti e gas industriali, con il potenziale per supportare posti di lavoro significativi nell’area.