Avvocato elettorale del GOP: non ci sono prove sulle affermazioni di Trump sulla frode del voto per corrispondenza

Un importante avvocato elettorale repubblicano che ha rappresentato quattro candidati presidenziali GOP ha criticato le affermazioni del presidente Trump sulla frode elettorale diffusa, dicendo che non ci sono prove ed è insostenibile

0
164
Avvocato elettorale del GOP

Un avvocato elettorale del GOP, Benjamin Ginsberg, ha affermato che non ci sono prove a sostegno delle affermazioni del presidente Trump sulla frode del voto per corrispondenza. La dichiarazione è arrivata attraverso un editoriale sul Washington Post dello stesso Ginsberg.

Avvocato elettorale GOP: no prove su frode del voto per posta

A causa dell’emergenza covid, molti Stati americani hanno deciso di attivare per le elezioni presidenziali il voto per corrispondenza. Il presidente Trump continua ad affermare che tale voto è una frode elettorale diffusa. Pensa che si sia deciso di fare questo perché l’unico modo per batterlo è truffare.

Tuttavia, in molti Stati USA questo metodo di votazione era già presente da anni. Gli esperti hanno affermato che non vi è mai stata nessuna frode.

Ora, anche l’importante avvocato repubblicano Benjamin Ginsberg ha criticato le affermazioni del presidente Trump sul voto per corrispondenza, dicendo che non ci sono prove a sostegno. Ginsberg avvocato che ha rappresentato quattro candidati presidenziali GOP, ha espresso la sua opposizione al Presidente in un editoriale sul Washington Post.


Trump mentì sul virus e molto altro


Cosa dice l’editoriale di Ginsberg

Ginsberg ha scritto: “Le azioni del Presidente esortano i suoi seguaci a commettere un atto illegale, e minano la fiducia e la credibilità dei risultati elettorali. Esortare gli elettori a votare due volte è doppiamente sbagliato”. Ha poi continuato dicendo: “La verità è che dopo decenni di ricerca di voti illegali, non ci sono prove di frodi diffuse. Si sono verificati solo incidenti isolati in entrambe le parti. Le elezioni non sono truccate. Le schede per gli assenti utilizzano lo stesso processo delle schede per corrispondenza”.

Un altro passo dell’editoriale dice: “Molti avvocati repubblicani hanno cercato invano per quattro decenni di scovare che abbia fatto un doppio voto fraudolento. Finalmente hanno un lampante esempio di un importante politico che esorta i suoi sostenitori a votare illegalmente due volte”.

Ginsberg ha infine scritto che i commenti di Trump sul voto sono un’ipocrisia progettata solo per fornire un vantaggio elettorale.

Commenti