Autoritratto di Vincent Van Gogh in mostra a Edimburgo

L'opera scoperta dietro a un dipinto del 1885 sarà esposta al pubblico dal 30 luglio al 13 novembre

0
465
autoritratto di Vincent Van Gogh
Autoritratto di Vincent Van Gogh, dal video di National Galleries of Scotland

Il dipinto Testa di contadina celava sul retro un autoritratto di Vincent Van Gogh. I conservatori di National Galleries of Scotland hanno sottoposto a una radiografia l’opera e individuato il volto dell’artista. Strati di cartone e colla coprivano la raffigurazione.


“Covoni di grano”: Van Gogh sfiora i 36 milioni


Quali elementi identificano l’autoritratto di Vincent Van Gogh?

Gli esperti della Galleria di Edimburgo hanno effettuato le indagini ai raggi X del dipinto datato 1885 in vista di una mostra. La radiografia ha mostrato sul retro dell’opera la presenza di un altro lavoro in cui i conservatori hanno individuato un ritratto dell’artista. Infatti, sono evidenti alcuni tratti distintivi con cui Van Gogh si raffigura. Il volto nascosto è barbuto, inoltre, l’uomo porta un cappello, come in altre tele, e indossa una sciarpa. Lo sguardo è irrequieto. Una rappresentazione che mostra l’interesse per l’autoanalisi del pittore olandese.

Video da National Galleries of Scotland

Testa di contadina

La tela raffigura una donna che viveva a Nuenen, nei Paesi Bassi. Il soggetto è ripreso di tre quarti e indossa un copricapo bianco. I lati della bocca sono segnati da rughe; l’abito è semplice e privo di ornamenti. Van Gogh ha realizzato il dipinto tra dicembre 1883 e novembre 1885, nel periodo in cui ha vissuto in Olanda. Dopo la morte dell’artista l’opera è in prestito a Stedelijk Museum di Amsterdam. Giunge in Scozia soltanto nel 1951, entrando a far parte della collezione dell’avvocato Alexander e suo moglie Rosalind Maitland che lo dona al Museo di Edimburgo.

L’autoritratto di Vincent Van Gogh

I collezionisti non hanno trovato il dipinto sul retro perché la tela era incollata a un cartone. Un’operazione, svolta probabilmente dai curatori del Museo di Amsterdam, che aveva lo scopo di incorniciare il dipinto. Van Gogh era solito a dipingere su ambo i lati il supporto e l’autoritratto risale probabilmente al 1886, quando si trovava a Parigi.

A taste for Impressionism

La mostra aprirà il 30 luglio a National Galleries of Scotland di Edimburgo e presenterà l’autoritratto di Van Gogh. L’immagine del dipinto sarà esposto in una lightbox e proposto come highlight. Sarà la prima occasione pubblica per ammirare il dipinto scoperto. Il percorso comprende anche le opere jazz di Matisse e sette lavori di Claude Monet. L’esposizione sarà visitabile fino al 13 novembre dalle 10 alle 17.