Autorità nazionale palestinese: è scontro interno per il potere

0
231
Autorità nazionale palestinese

Negli ultimi giorni sale il malcontento dei palestinesi da Ramallah a Hebron. Un malcontento indirizzato all’Autorità nazionale palestinese che fallisce nella missione di difendere la causa palestinese.

Perché sale il malcontento contro l’Autorità nazionale palestinese?

Nonostante i recenti bombardamenti subito dall’esercito israeliano, la popolazione palestinese inizia a fidarsi di meno dell’Anp. La miccia che ha fatto esplodere tutto questo malcontento, inizia con la morte di Nizar Banat, un attivista di 43 anni. Banat, muore in circostanze tutt’ora ignote dopo essere arrestato dalla polizia palestinese. La famiglia di Banat accusa quindi la polizia dichiarando che nel corpo di Nizar ci sono evidenti segni di percosse. Le autorità affermano che le condizioni di salute di Nizar peggioravano in maniera rapida. L’attivista criticava sui social l’operato dell’Anp sotto l’amministrazione di Abu Mazen. Al suo funerale partecipano in migliaia a Hebron. Subito dopo, con frequenza giornaliera i manifestanti si scontravano con la polizia a Ramallah, dove ha sede anche l’Anp. Questi disordini esprimono un risentimento sempre più crescente riguardo le decisioni politiche dell’Anp. Soprattutto, quando Abu Mazen decideva di annullare le elezioni presidenziali in vista del mese scorso.


Crimini di guerra in Palestina: Israele sotto inchiesta ONU

Turchia e Vaticano tra Palestina e Kurdistan

Russia aiuterà la Palestina col vaccino e la riconciliazione intrapalestinese


Perché è necessario un percorso democratico in Palestina?

Negli ultimi anni la causa palestinese ha maturato una certa esperienza nell’affrontare le sfide sia interne che esterne. All’estero la causa palestinese è a cuore a molti paesi, sostenitori di lunga data. Mostrare all’opinione internazionale il distanziamento tra Anp e popolo rende il percorso per l’indipendenza molto più arduo, nonché difficile. Abu Mazen è da quindici anni che è al potere. La lunga durata del suo mandato è quindi, la principale causa del malcontento generale. Secondo l’Anp la causa per l’annullamento delle elezioni è il netto rifiuto di Israele a consentire il voto a Gerusalemme Est. Non ostante ciò, la lotta interna per il potere tra Al Fatah e Hamas mettono in risalto i loro tornaconti personali. L’annullamento delle elezioni influenzava non poco la decisione di Hamas a lanciare i razzi contro Israele.

Serve un governo democratico che faccia gli interessi della Palestina

Trovare l’unita per la costruzione di un governo solido che segua la via dell’indipendenza formando una commissione per la riconciliazione. Questo, al fine di trovare o mediare una possibile soluzione ponendo fine alle divisioni che lacerano questa terra. Le nuove elezioni rinnoverebbero la politica per continuare la lotta per i territori occupati nonché, la ricostruzione del paese. La Palestina arriva alla fine di un percorso che dura dagli accordi di Oslo del 1993. La non prospettiva di uno stato indipendente previsto dagli accordi, la divisione della politica palestinese nonché l’autoritarismo crescente screditano l’attuale Autorità nazionale palestinese.