Autopilot, Elon Musk sicuro: «Auto a guida autonoma disponibile per la fine di quest’anno»

0
886
Elon Musk assicura: la prima auto a guida autonoma entro fine 2020.

Le critiche, i problemi durante i test e l’invito a non diffondere messaggi ingannevoli non fermano Elon Musk. Il co-fondatore di Tesla di recente ha rilanciato il progetto dell’autopilot, affermando che secondo lui entro la fine del 2020 sarà possibile immettere sul mercato le prime vetture con guida totalmente autonoma. L’imprenditore sudafricano ha manifestato il suo ottimismo durante una conversazione telefonica con alcuni importanti investitori.

Elon Musk ha affermato che lui stesso in questo periodo sta utilizzando una versione aggiornata e ulteriormente sviluppata dell’autopilot. Ha rivelato ai partner commerciali che, grazie a questo nuovo dispositivo tecnologico, ormai da tempo ogni giorno riesce a ricoprire il tragitto che da casa sua arriva fino al posto di lavoro (e viceversa) senza quasi mai intervenire manualmente al volante, nonostante lungo il percorso si presentino comunque degli ostacoli o degli imprevisti quotidiani.

Di conseguenza, l’amministratore delegato di Tesla ha rassicurato tutti, dicendo che secondo lui, continuando di questo passo: «Un’auto a guida autonoma sarà disponibile entro la fine di quest’anno». Qualora dovessero concretizzarsi i propositi del manager 49enne, vorrebbe dire che l’azienda statunitense sarebbe la prima ad approdare sul mercato con dei veicoli in grado di guidare completamente da soli, senza l’ausilio del conducente fisico.

L’autopilot di Tesla potrebbe debuttare per la fine di quest’anno.

Tesla già da alcuni anni sta lavorando all’autopilot, sistema attualmente composto da otto telecamere esterne, 12 sensori dotati di ultrasuoni e un radar sofisticato. La nuova gamma sarà certamente dotata di quest’innovativa tecnologia, mente i software precedenti possono essere aggiornati da remoto. C’è da sottolineare che già in altre occasioni Musk si era spinto un po’ troppo oltre, annunciando l’imminente arrivo delle macchine con guida completamente autonoma, per poi vedersi costretto a fare un passo indietro perché i dispositivi andavano ulteriormente migliorati e perfezionati. Adesso si è lanciato in quest’ulteriore previsione che parla di un via libera alle vetture Tesla con autopilot per la fine del 2020. Vedremo se stavolta le sue parole saranno suffragate dai fatti.

Musk parla di autopilot e Intelligenza Artificiale

Durante il colloquio telefonico con gli investitori, Elon Musk non si è limitato solo ad aggiornare sulle ultime novità relative ai lavori sulla tecnologia autopilot. Infatti si è soffermato anche sull’Intelligenza Artificiale e sulla costante crescita di questo settore. L’imprenditore ha affermato che sarebbe il caso di preoccuparsi dell’evoluzione della IA, poiché molte persone al giorno d’oggi non riescono ancora a entrare nell’ordine delle idee che un computer possa essere più intelligente di un uomo. «Questo è il difetto della loro logica – ha chiarito l’ad di Tesla – Sono solo più stupidi di quanto credano di essere».

Tesla, il pilota automatico è ingannevole: la sentenza arriva dalla Germania

Oltre alle automobili, Tesla è al lavoro anche su Cybertruck, una nuova invenzione che, dopo essere stata messa a punto, dovrebbe consentire a un camion di avere prestazioni in strada simili a quelle di una vettura sportiva. Attualmente ci sono cinque differenti livelli di automazione per i mezzi di trasporto, e tra questi il quinto è proprio quello che permette di avviare una guida del tutto autonoma su ogni tipo di strada e in qualunque condizione.

Cos’è il Cybertruck di Tesla.

Lo sviluppo dell’autopilot è un progetto al quale non sta lavorando soltanto Tesla. La società californiana, infatti, nutre un buon numero di competitor di livello che stanno cercando di anticipare l’azienda di Elon Musk, puntando a lanciare sul mercato le proprie auto senza conducente entro il 2021. Si tratta di Volvo, Toyota, Ford e Honda.