Auto travolge due 20enni in bici: Uno ferito e un morto

0
146
Auto travolge due 20enni

Auto Travolge due 20enni in bicicletta: uno muore, l’altro ricoverato in ospedale

La tragedia s’è consumata a Gallipoli poco prima dell’alba di oggi un’auto travolge due 20enni in bicicletta. Nulla da fare per uno dei due ragazzi, mentre l’altro è stato trasportato presso l’ospedale locale, ferito, con alcune fratture. Sul posto ambulanza del 118 e i carabinieri per i rilievi.

Travolti da un’autovettura poco prima dell’alba, uno ferito, l’altro, purtroppo, deceduto. Si è conclusa in tragedia la vacanza di alcuni giovani nel Salento. C’è stato ben poco da fare, infatti, per salvare Matteo Cassola, 20enne di Modena. La sua vita s’è spenta in pochi istanti dopo un violento impatto in via Francesco Zacà, strada di raccordo verso la Baia Verde, meta del divertimento notturno.

Via Zacà si raggiunge partendo dalle spalle del cimitero di Gallipoli e di giorno, come di notte, è solcata da ogni tipo di mezzo proprio perché unisce, evitando il lungomare. È possibile così imbattersi in gruppi che proseguono in sella a biciclette anche alle 4,30 di notte, come accaduto propri oggi, nei pressi del ristorante First.

Litigano mentre erano in fila per il vaccino a Lecce: denunciati

Arrestato 33enne leccese che trasportava Armi e droga

Macabra scoperta trovato cadavere sul tetto di un treno a Surbo (Lecce)

A travolgere Cassola e S.G., suo amico e coetaneo, per cause in fase d’accertamento, è stata una Suzuki Alto condotta da M.M., 40enne, gallipolino. Cassola è stato sbalzato ed è rovinato al suolo, riportando lesioni talmente gravi da condurlo  in breve alla morte. Meno impietosa è stata la sorte per l’altro 20enne. Trasportato presso l’ospedale locale, il “Sacro Cuore di Gesù”, ne avrà per una ventina di giorni. Il giovane, nella caduta, ha riportato fratture a un paio di costole e alla mano destra.   

Oltre ai sanitari per i soccorsi, sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Gallipoli. Il conducente dell’auto, rimasto illeso, è stato sottoposto all’alcool test ed è risultato positivo. È indagato in stato di libertà per omicidio stradale. La salma del povero, invece, è stata trasferita presso la camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce per l’esame autoptico, come disposto dal pubblico ministero di turno.