Auto personalizzate: Ferrari e Lamborghini agli antipodi

Ferrari dice sì ma a determinate condizioni, Lamborghini non pone limiti ai gusti dei clienti: le due aziende sono decisamente distanti sulle auto personalizzate.

0
401
Auto personalizzate Ferrari e Lamborghini
Ferrari e Lamborghini distanti su auto personalizzate (screenshot Instagram)

C’è distanza tra Ferrari e Lamborghini sulle auto personalizzate. L’azienda di Maranello – come avviene per tutte le altre società automobilistiche che producono vetture ad altissime prestazioni – offre l’opportunità ai suoi clienti di iscriversi ad un programma che permette di scegliersi un modello esclusivamente basato sui propri gusti ed esigenze. Esiste però anche una black-list che da poco comprende, tra gli altri, Justin Bieber. Diverso il discorso per Lamborghini.

Lamborghini non pone limiti alle auto personalizzate

Le auto personalizzate sono un’opportunità offerta anche da Lamborghini. La strategia della Casa del Toro, però, è decisamente diversa da quella della Ferrari. A Sant’Agata Bolognese, infatti, preferiscono lasciare ampio spazio alla creatività e ai gusti della clientela. In questi giorni, su Instagram, il marchio bolognese ha pubblicato un post che conferma la sua linea. Non si esclude che possa essere anche un modo per punzecchiare i rivali della Ferrari. Sul social network si legge: “Per tutti gli spiriti coraggiosi, ecco alcune opzioni per personalizzare la tua livrea. Vogliamo che tu esprima il tuo vero io senza limiti”.

La Lamborghini Aventador diventa fucsia per Nicki Minaj

Le personalizzazioni dividono Ferrari e Lamborghini

Il post di Instagram diramato da Lamborghini mostra la foto di due Huracan EVO caratterizzate da livree con colori decisamente vistosi. Tutto ciò probabilmente per mettere in evidenza la distanza rispetto all’approccio della Ferrari sulle auto personalizzate. Dunque, nonostante le due aziende provengano dall’Emilia-Romagna, si conferma la storica rivalità ma anche la differenza di vedute sullo stile. Sono accomunate esclusivamente dalla ricerca delle alte prestazioni e della velocità.

Perché Justin Bieber è nella Black-List Ferrari?

La lontananza tra Lamborghini e Ferrari sulle modalità di accesso alle auto personalizzate è stata confermata anche da quanto accaduto di recente con Justin Bieber. La società del cavallino rampante ha escluso il cantante canadese da coloro che possono acquistare una vettura di Maranello. Una scelta, questa, legata alle ultime disavventure dell’artista con una 458: prima l’aveva smarrita e poi ritrovata, e successivamente ne aveva rimpiazzato la carrozzeria bianca con una di colore blu elettrico, con l’aggiunta di cerchi con colorazione afterrmarket troppo audace. Uno stile che non rientra di certo in quelle che sono sempre state le strategie di design di casa Ferrari.