Australia, un’intera isola và in quarantena

0
545

Le autorità australiane hanno sollecitato due navi nelle orbite delle acque territoriali ad abbandonare immediatamente la rotta per l’isola, per il pericolo di scatenare un nuovo focolaio di Coronavirus. Entrambe le navi sono attualmente ferme al largo delle coste dell’Australia occidentale, dove il governo dello stato è alla disperata ricerca di non ripetere un incidente avvenuto dall’altra parte del paese, in cui 2.700 passeggeri delle crociere sono entrati a Sydney senza controlli sanitari (oltre 130 passeggeri dell’imbarcazione avevano il virus).

Per l’Australia infatti ogni nave proveniente dall’estero è una potenziale fonte per una nuova diffusione del covid-19, che si sta pesantemente diffondendo in Asia e Oceania.

L’isola in “quarantena”

Una delle due navi, la MV Artania, dhe avrebbe dovuto arrivare al Porto di Perth venerdi’, è stata costretta dalla marina australiana ad abbandonare la rotta città, dopo che 25 dei suoi passeggeri avevano manifestato i classici sintomi del coronavirus (rinorrea, febbre, congestione nasale etc). La nave di proprietà della tedesca Phoenix Reisen, assieme alla “nave sorella” Vasco de Gama, con a bordo 800 australiani e 109 neozelandesi, attraccherà al Rottnest Island, un ex avamposto della prigione che ora è popolare tra gli escursionisti. L’isola sarà considerata difatto una zona in quarantena.

Nave ferma in Australia
Una immagine della Vasco de Gama, una delle due imbarcazione coinvolte
Commenti