Australia rifiuta app per esplicito consenso sessuale

0
357
Australia dice no a proposta app sessuale

Un’applicazione per il consenso sessuale? Una idea solo all’apparenza azzardata, tanto che è già in uso in Danimarca, ma che in Australia non sembra attecchire. La proposta da parte di un alto ufficiale della polizia dello stato del New South Wales, Mick Fuller, di voler usare questa applicazione ha appiccato un incendio di polemiche. Non solo da parte maschile ma anche da quella femminile: numerose donne hanno protestato duramente al fine di eliminare questa proposta definita ingenua. Alla base di tale richiesta da parte dell’ufficiale, vi è il numero elevatissimo di casi di reati sessuali, come ad esempio lo stupro. L’applicazione consentirebbe di documentare digitalmente l’approvazione o la disapprovazione ad intraprendere un rapporto sessuale.


Le donne sudafricane contro la cultura dello stupro

Australia rifiuta l’applicazione sessuale, quali sono i motivi?

La dichiarazione della polizia dello stato del New South Wales è fondata sugli ultimi dati degli stupri in Australia. Sempre in costante aumento nonostante le campagne di sensibilizzazione del governo. Il caso di Sarah Everand, vittima 33enne di Londra, ha smosso i paesi ad adottare misure preventive nei confronti delle violenze sulle donne. In Australia meno del 10% dei 15.000 casi registrati sono stati denunciati alle forze dell’ordine, e questo significa che da parte delle vittime c’è ancora troppa paura di parlare. Inoltre migliaia di donne e ragazze sanno a malapena cosa sia lo stupro. E questo è dovuto ad una mancanza di cultura sessuale che dovrebbe essere insegnata sin dai primi anni di scuola.

Australia, no all’applicazione nonostante aumenti dati stupro

L’applicazione dunque se da un lato potrebbe aiutare le vittime, dall’altro trasformerebbe il sesso in una pratica esclusivamente meccanica, basata su un consenso freddo e anaffetivo. Motivo per cui moltissime donne, tra cui Hayley Foster (Ceo di Women’s Safety NSW) hanno negato la volontà di usare un cellulare per documentare digitalmente il loro assenso prima di fare sesso.


Australia – Muore paracadutista 31enne durante una gara