Australia: nuove sanzioni a Russia e Bielorussia

0
328
Putin approva sanzioni di ritorsione

L’Australia impone nuove sanzioni a Russia e Bielorussia. Il governo australiano ha sanzionato altri 22 propagandisti e agenti di disinformazione russi, nonché la famiglia del presidente della Bielorussia. In totale Canberra ha sanzionato 32 propagandisti filo-Cremlino.  

L’Australia impone nuove sanzioni a Russia e Bielorussia?

L’Australia ha emanato nuove sanzioni contro la Russia e la Bielorussia. Il governo australiano ha annunciato di aver sanzionato altri 22 propagandisti e agenti di disinformazione russi. Tra questi vi sono anche i redattori senior di Russia Today, Strategic Culture Foundation, InfoRos e NewsFront. e il presidente bielorusso Alexander Lukashenko e i membri della sua famiglia. Per quanto riguarda la Bielorussia, Canberra ha sanzionato il presidente Aleksander Lukashenko e i membri della sua famiglia.

“Questi ultimi passi, a un mese dall’invasione russa dell’Ucraina, continuano i nostri sforzi mirati per garantire che la Russia e coloro che sostengono la sua invasione illegale e non provocata del suo vicino democratico, paghino un costo elevato”, si legge in un comunicato del governo australiano. “Il governo della Bielorussia, sotto il presidente Lukashenko, continua a fornire supporto strategico alla Russia e alle sue forze militari nel loro assalto alla sovranità e all’integrità territoriale dell’Ucraina. Stiamo anche sanzionando suo figlio Viktor Lukashenko, che in precedenza ha ricoperto ruoli di alto livello nella sicurezza nazionale nel governo bielorusso. Ma anche sua moglie Galina Lukashenko, la First Lady della Bielorussia”, prosegue il comunicato.


Leggi anche: Ucraina: UE è al fianco del suo popolo