Australia – Donna soffriva di emicrania e scopre di avere i vermi alla cervello

0
198

Una risonanza magnetica aveva portato i medici a credere che la paziente potesse avere un tumore al cervello, ma dopo aver rimosso la lesione i dottori hanno scoperto che si trattava di una cisti piena di larve di tenia.

Una donna di 25 anni che vive in Australia ha scoperto, dopo aver sofferto di emicrania per più di una settimana, di avere delle larve di tenia nel cervello. Uno studio sul suo caso pubblicato lo scorso 21 settembre dall‘America Journal of Tropical Medicine and Hyigiene e illustrato dalla Cnn ha spiegato che le larve di tenia erano riuscite a occupare uno spazio nel suo cervello. 

La donna, che non ha mai viaggiato all’estero, rappresenta il primo caso autoctono di questo tipo di malattia in Australia: i precedenti casi australiani provenivano da immigrati o residenti che erano tornati da viaggi in Africa, Asia o America Latina. Nei sette anni precedenti la donna aveva lamentato di avere mal di testa per due o tre volte al mese, che era scomparso grazie ai farmaci.

Quando l’emicrania è durata più di una settimana ed è stata accompagnata da sintomi più gravi alla vista, compreso l’offuscamento, si è rivolta ai medici. 

Una risonanza magnetica al cervello aveva portato i medici a credere che la donna potesse avere un tumore al cervello, ma dopo aver rimosso la lesione i dottori hanno scoperto che si trattava di una cisti piena di larve di tenia. Questa malattia è nota come neurocisticercosi e può causare sintomi neurologici.

Le persone che contraggono l’infezione di solito inghiottono le uova che si trovano a contatto con una persona che soffre di tenia intestinale secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) degli Stati Uniti.

La neurocisticercosi è mortale e una delle principali cause di epilessia. Le tenie si stabiliscono abitualmente nell’intestino umano; il parassita viene comunemente trasmesso con il consumo di carne di maiale cruda o poco cotta o attraverso il contatto con cibo, acqua o terreno contaminato da uova di tenia. La donna, che di mestiere faceva la barista, potrebbe aver ingerito accidentalmente uova di tenia. Un uomo del Texas ha avuto un’esperienza simile, soffrendo per più di un decennio di forti mal di testa che si sono rivelati essere stati causati da larve di tenia che si sono depositate nel quarto ventricolo del suo cervello.“

Commenti