Aumento benzina: prezzi mai così alti dal 2014

0
207

I prezzi della benzina sono in continuo aumento: nel corso di questa settimana si sono registrati i costi più alti dal 2014.

Quali sono i dati dell’aumento della benzina?

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha monitorato gli aumenti del costo medio nazionale. Parliamo di variazioni dell’1,2% per la benzina, dell’1,7% per il gasolio e del 4,4% per il Gpl. Si tratta di dati considerevoli, se pensiamo che l’inflazione è aumentata del 2,1% in un anno.


Risparmiare sulla benzina si può


Un nuovo record dal 2014

Nell’ultima settimana gli incrementi sono stati di 2,08 centesimi al litro per la verde, di 2,61 centesimi per il diesel e di 3,47 centesimi per il gas di petrolio. Il peggiore risultato prima di questo era del 2014 (benzina e Gpl) e del 2018 (gasolio). L’aumento è cominciato alla fine di agosto, segnando un 5,1% (benzina), 6,2% (gasolio) e 17,4% (Gpl).

Un anno molto costoso

I dati diventano importanti se si considera l’intero 2021. Infatti, la benzina conta un aumento del 20,1% (29,98 centesimi al litro), il gasolio del 21,4% (28,14 centesimi al litro) e il Gpl del 31,6% (19,6 centesimi al litro). Se prendessimo in esame un’auto con serbatoio di capacità pari a 50 litri, insomma, potremmo ragionevolmente fare qualche calcolo. Andremmo a spendere 14,99 euro in più per il benzina, 14,07 euro di più per un’auto a gasolio e 7,85 euro in più per una Gpl.