Aumentare la memoria: idee e regali utili da fare a Natale

0
92

Per aumentare la memoria, la medicina ci suggerisce di mantenere il cervello sempre in attività per evitare il decadimento delle capacità cognitive. Ecco alcuni suggerimenti per fare dei regali di Natale, utili al nostro cervello.

Cosa serve, per aumentare la memoria?

Alcuni studi dimostrano come mantenere la mente sempre attiva sia una delle migliori forme contro l’invecchiamento cerebrale. Alcune ricerche, per esempio, hanno dimostrato che per certe attività professionali, andare più tardi in pensione giova alla mente. Anche l’alimentazione ha un ruolo importantissimo per mantenere in perfetta salute la mente. Ci sono cibi che più di altri aiutano il nostro cervello, perché contengono delle sostanze che favoriscono l’attività cerebrale. Alcuni ricercatori dell’Università della California, a San Francisco, hanno scoperto che esiste un modo molto originale per evitare che la mente invecchi.

Giocare, fa aumentare la memoria?

Noi possiamo evitare che il nostro cervello invecchi precocemente in molti modi. Alcuni ricercatori dell’Università della California hanno fatto una scoperta molto interessante. In uno studio, pubblicato sulla rivista Nature, hanno riportato i risultati di esperimento molto particolare. Un gruppo di anziani tra 60 e 85 anni per un mese ha giocato con un videogame appositamente costruito per loro. I risultati della ricerca hanno mostrato notevoli miglioramenti per le capacita di memoria e concentrazione. Gli anziani dopo un mese di gioco erano capaci di ricordare più facilmente e di fare maggiore attenzione. Addirittura in certi casi si sono dimostrati più bravi dei giovani. Secondo i ricercatori californiani questo esperimento dimostra che il nostro cervello non smette mai di crescere se sottoposto ai giusti stimoli. Per gli studiosi sinapsi e neuroni possono svilupparsi anche in un cervello anziano. In fondo giocare ai videogames con i nipoti potrebbe rivelarsi un’attività piacevole e stimolante

Aumentare le capacità celebrali con l’uso del computer

Un esperimento simile svolto da ricercatori dell’Università della California di Los Angeles ha confermato indirettamente questa tesi. Nell’esperimento 69 anziani hanno usato un programma legato all’utilizzo dei computer per 2 mesi. Questi alla fine della ricerca hanno riscontrato un aumento della capacità di memoria e anche delle abilità linguistiche.

Attività mentale e fisica è l’abbinamento vincente

Anche se l’esperimento è particolare, tutto sommato è l’ennesima dimostrazione che tenere il cervello impegnato aiuta a rallentare l’invecchiamento. Sane letture e giochi enigmistici od altre attività cognitive possono tenere impegnata la mente e non è necessario giocare ai videogames. Senza scordare mai, ovviamente, l’attività fisica. I medici concordano che il moto quotidiano è un’ottima medicina mentale.

La memoria dei pesci rossi, dura davvero 3 secondi?

La musica è d’aiuto per aumentare la memoria

Con “Effetto Mozart” si intendono i risultati benefici e positivi prodotti dalla musica sull’attività intellettuale di ogni individuo. La musica classica, in particolare, ha anche un profondo effetto sull’umore, tant’è che viene spesso utilizzata in medicina come supporto alle terapie, perché aiuta a calmare e ridurre lo stress, uno tra i principali nemici persino degli studenti migliori. Per aiutare il cervello ad aumentare memoria, concentrazione e capacità mentali soprattutto se si hanno genitori anziani e nonni.

I prodotti naturali e gli oli essenziali

Per quanto riguarda i prodotti naturali non legati all’alimentazione, esistono oli essenziali che se inalati favoriscono la concentrazione e aiutano ad aumentare la memoria. Andiamo a vedere quali sono e come poterli usare in modo consapevole.

  • L’ Olio essenziale di basilico: L’Ocimum basilicum è considerato uno dei migliori ed efficaci, ideale per gli studenti sotto esame. Diffondere nell’ambiente dove si studia l’olio essenziale di basilico o versare due gocce su un fazzoletto e inalarlo prima di sostenere un esame, aiuta a mantenere la concentrazione dandoci la giusta carica.
  • L’olio essenziale al limone, grazie alla sua alta vibrazione favorisce la concentrazione, la comprensione e la memoria. In Giappone sono stati realizzati degli studi dove è stato dimostrato che inalare olio essenziale di limone davanti al computer riduce gli errori di battitura del 54%.
  • La menta piperita, ha un effetto chiarificatore sul cervello stimolando la concentrazione e potenziando le facoltà logiche e la memoria. Diffondere quest’olio essenziale nella stanza dove studiamo o inalarne l’aroma versandone due gocce su un fazzoletto renderà i nostri esami più facili.
  • L’Olio essenziale di romarino, grazie al suo magico profumo aiuta a ridurre la stanchezza equilibrando il nostro umore e favorendo la concentrazione. Inalare olio essenziale di rosmarino accresce la voglia di fare le cose rendendoci propositivi, stimolando la memoria.