Attività umane sono la causa “inequivocabile” del cambiamento climatico

0
534
Attività umane

L’IPCC ha pubblicato il sesto rapporto sul cambiamento climatico. Il rapporto afferma che le attività umane sono la causa “inequivocabile” della crisi climatica. Il gruppo intergovernativo di esperti valuta tutti i rischi del cambiamento climatico.

Le attività umane sono la causa del cambiamento climatico?

Il gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti climatici ha pubblicato un rapporto nel quale afferma che è inequivocabile che la crisi climatica sia causata dalle attività umane. Il gruppo afferma che ogni angolo del pianeta è già stato colpito dal cambiamento climatico, e ciò potrebbe peggiorare ancora.

Nel rapporto si legge che il riscaldamento globale ha già causato numerosi disastri. Gli acquazzoni stanno accelerando ad un ritmo mai visto. L’accelerazione dello scioglimento del ghiaccio ha riversato trilioni di tonnellate di acqua negli oceani, dove i livelli di ossigeno stanno diminuendo, soffocando i mari , e l’acidità sta aumentando. Il livello del mare è già aumentato di 20 cm. Le emissioni di gas serra prodotte dalla combustione di combustibili fossili, dalla distruzione delle foreste e da altre attività umane stanno ora chiaramente destabilizzando il clima mite in cui è iniziata la civiltà. I livelli di anidride carbonica nell’aria sono ora al loro punto più alto da almeno 2 milioni di anni.

Cosa afferma il rapporto?

Il rapporto precisa che la crisi climatica sta danneggiando le persone ovunque. Le ondate di calore e le forti piogge che portano alle inondazioni sono diventate più intense e più frequenti dagli anni ’50, colpendo oltre il 90% delle regioni del mondo, secondo il rapporto. La siccità è in aumento in oltre il 90% delle regioni per le quali esistono buoni dati. È più probabile del 66% che il numero di grandi uragani e tifoni sia aumentato dagli anni ’70. Cosa ci aspetta per il futuro? Gli scienziati affermano che un po’ di riscaldamento è già inevitabile. Tuttavia, con azioni repentine, è possibile mantenere il livello di riscaldamento costante.


Corrente del Golfo: climatologi avvertono lo stato di collasso