Attività al Museo Borgogna: appuntamenti a giugno

La mostra "Riflessi di biodiversità" di Lorenzo Dotti è l'occasione per visitare il museo insieme a altri appuntamenti

0
176

Un’esperienza virtuale delle risaie e un percorso tra gli acquerelli naturalistici di Lorenzo Dotti sono le attività al Museo Borgogna a inizio giugno. Partecipa a uno degli appuntamenti che si svolgeranno da venerdì 2 a sabato 5 anche nell’ambito dell’evento La fattoria in città.


Vercelli – Museo Borgogna: i prossimi eventi di giugno


Le attività al Museo Borgogna sono collegate?

Sono collegate alla mostra Riflessi di biodiversità che fa dialogare le opere dell’esposizione con gli acquerelli naturalistici di Lorenzo Dotti. Giovedì 2 giugno è in programma Museo sarà aperto! Quindi appuntamento dalle 13.30 alle 17.30 per scoprire le collezioni. Alle 15 sarà possibile partecipare all’esperienza virtuale Con i piedi nell’acqua. Grazie ai visori 3D di Ente Nazionale Risi i visitatori possono apprezzare la vita contadina fra i suoni e le luci della risaia guidati da Patrizio Roversi. La regia è di Mietta Corli.

La Fattoria in città

Venerdì 3 giugno nell’ambito delle iniziative promosse per La Fattoria in Città da Ascom Vercelli, il centro culturale propone un nuovo e originale percorso. Si intitola Dal Museo alla Città verde e è organizzato in collaborazione col Comune di Vercelli. Partendo dall’esposizione di acquerelli di Lorenzo Dotti, i visitatori saranno accompagnati dal conservatore Cinzia Lacchia per poi apprezzare il verde pubblico cittadino. La passeggiata sarà poi condotta dall’agronomo Alberto Mallarino e si concluderà a Parco Kennedy. Il costo di partecipazione è 10 €.

Visita guidata alla mostra Riflessi di biodiversità

Domenica 5 giugno alle 15.30 il Museo propone la visita alla mostra condotta da Alessia Meglio insieme a Lorenzo Dotti. L’artista naturalista è infatti l’autore degli acquerelli esposti. Il percorso presenta quindi flora, fauna, affascinanti architetture e molte curiosità del territori. Il percorso è realizzato in collaborazione con l’Ente di Gestione delle Aree protette del Parco del Po piemontese e la Strada del Riso vercellese di qualità.