Attentato a Kabul: morti anche 13 Marines USA

0
409
Afghanistan: attentato kamikaze in una scuola, almeno 19 morti

In Afghanistan si è verificato un attentato a Kabul.  A poche ore dall’allerta lanciata dagli 007 USA, due forti esplosioni hanno colpito l’aeroporto della capotale afghana. L’ultimo bilancio ufficiale parla di 90 morti e 160 feriti. Tra le vittime ci sono anche 13 Marines statunitensi. L’Isis-K ha rivendicato l’attentato attraverso il sito Amaq.

Attentato a Kabul: cos’è successo?

Ieri, a poche ore dall’allerta attentati lanciata dall’Intelligence statunitense, due forti esplosioni hanno devastato l’aeroporto di Kabul uccidendo decine di civili. La prima esplosione è opera di un kamikaze che si è fatto saltare in aria fuori dal Baron Hotel. Poi un altro kamikaze, o un’autobomba, vicino al gate dell’aeroporto. Per ora il bilancio ufficiale è di 90 morti e 160 feriti. Tra le vittime ci sono anche 13 Marines americani. Nell’attentato sono morti anche 28 talebani. I medici dell’ospedale di Emergency a Kabul hanno riferito di 10 persone arrivate morte nella loro struttura e oltre 60 ricoverati.

Altre esplosioni si sono registrate nella capitale afghana  

A Kabul si sono registrate altre esplosioni. La terza esplosione sarebbe stata provocata da un ordigno improvvisato al passaggio di un veicolo di talebani nel centro di Kabul. Una quarta esplosione è stata registrata nella capitale afghana alle 22 ore italiane. Il portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid, ha spiegato su Twitter che si è trattato di esplosioni controllate eseguite dalle forze USA all’interno dell’aeroporto di Kabul. Mentre altre fonti affermano che sono state causate da soldati del governo afghano che non si sono arresi ai talebani.

Isis-K rivendica l’attentato a Kabul

L’Isis-K, la filiale afghana dello Stato islamico, ha rivendicato gli attacchi. La rivendicazione è arrivata attraverso Amaq, l’organo di propaganda dell’organizzazione terroristica. L’Isis ha pubblicato la foto di uno dei kamikaze di Kabul. Tramite Amaq, l’Isis ha dichiarato: “I talebani sono in combutta con gli USA per far fuggire le spie. Siamo riusciti a eludere la sicurezza imposta dalle truppe USA e dalle milizie talebane e Kabul e ad arrivare a meno di cinque metri dalle truppe americane”.

Le dichiarazioni dei talebani

Dal canto loro, i talebani hanno condannato fermamente l’attentato contro i civili all’aeroporto di Kabul. Hanno sottolineato che gli attentati sono a responsabilità degli USA, e che loro stanno prestando molta attenzione alla sicurezza della popolazione.


Leggi anche: Afghanistan: esplosione all’aeroporto di Kabul

Le atrocità dell’aeroporto di Kabul: anticipazione del caos che verrà