Attacco di panico: livello record di ricerca su Google

Livello record di ricerche attraverso Google per le parole: attacchi di ansia o attacchi di panico

0
550
attacco di panico

Le ricerche su Internet della frase ‘attacco di panico’ sono salite a livelli record all’inizio della crisi del coronavirus. 

La scoperta ha fatto temere che la pandemia di Covid-19 possa avere innescato una crisi di salute mentale. Ma gli esperti dicono che valutare quanto siano diffusi i problemi di salute mentale legati a questo fenomeno è difficile da quantificare. La tradizionale sorveglianza sanitaria pubblica manca dell’agilità per fornire informazioni su richiesta di questo tipo.

Di conseguenza, quando i leader politici hanno bisogno di dati del genere in tempo reale tutto ciò che può essere raccolto è solo teorico.

La ricerca sulla query “attacco di panico”

Un team di ricerca ha analizzato le query di ricerca di Google che menzionavano ‘attacco di panico’ o ‘attacco di ansia’ emerse dagli Stati Uniti dal gennaio 2004 al 9 maggio di quest’anno. Questi includevano domande come “sto avendo un attacco di panico?”, “Segni di attacco di ansia” o “sintomi di attacco di ansia”.

Il team ha studiato gli attacchi di ansia perché sono un problema di salute mentale comune. Possono portare ad altri problemi di salute mentale come la depressione. Sono innescati da fattori di stress esterni. Particolarmente rilevanti durante una pandemia e sono socialmente contagiosi.

Gli aumenti hanno coinciso con il lancio delle linee guida nazionali di distanziamento sociale e la loro estensione. Le query sono tornate ai livelli normali dal 15 aprile fino alla fine dello studio. Le ricerche di ansia e attacchi di panico sono state le più alte mai effettuate in oltre 16 anni di dati storici di ricerca.

La pandemia e la nostra risposta alla salute pubblica, sebbene giustificate sulla base di prove iniziali, potrebbero avere molti impatti collaterali e non intenzionali sulla salute. Un attacco di panico non deve essere preso alla leggera in quanto può portare al pronto soccorso con mancanza di respiro, cuore che batte forte, dolore al petto e un’intensa sensazione di paura.

Durante la pandemia di Covid-19 per esempio si è rilevato negli Stati Uniti un picco nell’acquisto di terapie mediche non provate e nell’acquisto di armi. Potrebbero essere necessari anni per comprendere appieno le ricadute sociali del Covid-19. Con il tempo, si potrebbe scoprire che saranno necessari molti più servizi personalizzati per rispondere ad altri impatti collaterali e l’approccio rapido basato sui dati potrebbe essere utilizzato per individuare e dare priorità alle risposte a tali impatti.

Dati importanti per migliorare la salute pubblica

In teoria, i responsabili delle decisioni potrebbero monitorare le ricerche per centinaia di problemi di salute mentale. Identificare il sottoinsieme con il volume maggiore e individuare le risorse per soddisfare tali esigenze.

Mentre i leader politici e politici discutono su dove spendere le risorse sanitarie per affrontare i carichi di salute mentale del Covid-19, prove empiriche tempestive come quelle fornite possono garantire che risorse limitate siano assegnate ai bisogni più gravi.

Commenti