Attacco aereo in Yemen: uccise 70 persone

0
207
Emirati Arabi Uniti intercettano l’attacco Houthi

Si è verificato un nuovo attacco aereo in Yemen dopo che i ribelli dello Houthi hanno rivendicato l’attacco contro gli Emirati Arabi Uniti. Secondo quanto riferito, l’attacco, che ha provocato 70 morti, sarebbe stato compiuto dalla coalizione a guida saudita contro una prigione nella città di Saada. USA e ONU hanno invitato entrambi le parti a ridurre l’escalation.

Attacco aereo in Yemen: cos’è successo?

Crescono le tensioni in Yemen dopo che i ribelli dello Houthi hanno rivendicato l’attacco contro gli Emirati Arabi Uniti avvento il 18 gennaio. L’attacco ha preso di mira gli aeroporti di Dubai e Abu Dhabi, la raffineria di petrolio di Mussafah e una serie di siti e strutture importanti e sensibili. La coalizione internazionale a guida saudita ha subito risposto all’attacco bombardando la capitale yemenita Saana e il governatorato di Ma’rib. Ora, secondo quanto riferito, si è verificato un attacco aereo contro una prigione nella città di Saada che ha ucciso almeno 70 persone e ferite 138. L’attacco sarebbe stato compiuto dalla coalizione a guida saudita.

I sauditi negano

Gli Houthi hanno rilasciato filmati che mostrano i soccorritori che estraggono corpi dalle macerie. Taha al-Motawakel, ministro della salute nel governo Houthi che controlla il nord del paese, ha detto all’agenzia di stampa Associated Press che 70 detenuti sono morti. Al-Motawakel ha accusato la coalizione guidata dai sauditi di aver preso di mira deliberatamente i civili. “Lo consideriamo un crimine di guerra contro l’umanità. Il mondo dovrebbe assumersi la responsabilità in questo momento critico della storia umana”, ha affermato.

La coalizione a guida saudita ha tuttavia negato di aver bombardato una prigione nella città di Saada. “La coalizione informerà l’Ufficio per il coordinamento degli affari umanitari (OCHA) nello Yemen e il Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR) sui fatti e sui dettagli“, ha detto l’agenzia di stampa ufficiale SPA, citando un portavoce della coalizione. Al-Malki ha affermato che la coalizione condividerà con entrambe le agenzie “i fatti e i dettagli, nonché la disinformazione dei media” degli Houthi sulla struttura.


Leggi anche: Gli Houthi rivendicano l’attacco contro gli UAE