Attacchi antisemiti sono in aumento negli Stati Uniti

0
318
Attacchi antisemiti

Negli Stati Uniti sono in aumento gli attacchi antisemiti. L’Anti-Defamation League (ADL) ha affermato che la segnalazione di attacchi antisemiti è aumentata del 63% dall’inizio del nuovo conflitto tra Israele e Hamas. Molti danno la colpa al fatto che la nuova ondata di attacchi è dovuta alla retorica dei politici progressisti contro Israele.  

Negli Stati Uniti aumentano gli attacchi antisemiti?

Gli USA stanno assistendo ad un aumento di attacchi violenti e inquietanti contro la comunità ebraica statunitense dopo l’ultimo conflitto tra Israele e Palestina. L’aumento delle aggressioni sta allarmando le autorità. Il presidente Joe Biden e la vicepresidente Kamala Harris hanno condannato gli attacchi alla comunità ebraica. L’Anti-Defamation League (ADL) ha affermato che la segnalazione di attacchi antisemiti è aumentata del 63% dall’inizio del nuovo conflitto tra Israele e Hamas nella Striscia di Gaza. Gli attacchi si sono verificati in città come Los Angeles, New York e Chicago.

Il governatore di New York, Andrew Cuomo, dopo l’aumento degli attacchi antisemiti, ha ordinato alla polizia di NY di aumentare il numero delle pattuglie nelle sinagoghe, nelle scuole e in altre strutture della comunità ebraica. Cuomo ha dichiarato: “La violenza e l’intimidazione antisemite sono antitetiche alla promessa e allo scopo dello Stato di New York. Non le tollereremo in nessuna forma. Sulla scia dell’inaccettabile recente aumento dei crimini di odio antisemita a livello nazionale, sto schierando in modo proattivo le truppe di stato per fornire sicurezza alle strutture religiose, educative e comunitarie ebraiche. L’odio non ha posto nel nostro Stato. Continueremo a fare tutto ciò che è in nostro potere per garantire che i newyorkesi ebrei – e i newyorkesi di tutte le fedi – abbiano la pace, la sicurezza e la sicurezza che meritano”.

Aumenta l’antisemitismo online

L’ADL ha rilevato l’antisemitismo e il sostegno al terrorismo tra le proteste a livello nazionale a sostegno dei palestinesi. Manifestanti in più città hanno brandito cartelli che paragonano Israele alla Germania nazista. L’organizzazione ha trovato anche un crescente numero di discorsi antisemiti online. Ha trovato oltre 17 mila tweet tra il 7 e il 14 maggio nel quale compariva la frase “Hitler aveva ragione”.  

È colpa della retorica dei progressisiti?

I recenti attacchi contro gli ebrei vengono anche visti come l’espressione più violenta di un crescente movimento di solidarietà per le aspirazioni nazionali palestinesi che sono potenziate da una maggiore attenzione alla giustizia sociale e razziale negli USA in generale. Questo movimento, che ha il sostegno di un numero crescente di membri progressisti del Congresso e di gruppi di difesa, chiede che Israele sia ritenuto responsabile per ciò che dicono essere, come minimo, violazioni del diritto internazionale e, nel peggiore dei casi, crimini di guerra. La retorica dei progressisti contro Israele è vista come la principale cause della recente ondata di attacchi contro la comunità ebraica statunitense.


Leggi anche: Proteste in Germania: “Chiunque diffonda l’antisemitismo verrà punito”