All’Atleti Azzurri d’Italia si è disputata la partita tra Atalanta e Pescara dove i bergamaschi erano chiamati alla vittoria dopo la brutta sconfitta per 7-1 contro l’Inter nell’ultimo turno di campionato.

Gasperini costretto a fare qualche cambio in formazione, manda in campo una squadra basata sul classico 3-4-1-2, favorendo Gollini al posto di Berisha reduce da una botta in allenamento, non al meglio anche Kessiè sostituito da Grassi al centro del campo, fuori anche Kurtic per Cristante. Zeman invece schiera il solito 4-3-3 ma senza scoprirsi più di tanto confermando in difesa la coppia Bovo-Coda.

PRIMO TEMPO – Gara controllata fin da subito dal gioco dei padroni di casa che si rendono molto pericolosi nei primi minuti con Gomez che impegna Bizzarri con una bella conclusione da posizione defilata.

L’Atalanta ha più spinta e già al 14° trova la rete del vantaggio, ancora una volta Gomez entra nel vivo dell’azione grazie ad un bel cross di Hateboer che serve l’argentino il quale con un tiro potente sul primo palo batte il portiere avversario, mettendo in discesa la gara.

Nel primo tempo i padroni di casa creano molto ma non riescono a trovare il doppio vantaggio, al 16° Toloi ci prova con una bella rovesciata ma Bizzarri questa volta si fa trovare pronto e manda in angolo.

Al 31° ancora un’ottima azione dell’Atalanta, Spinazzola serve Petagna che controlla al limite e calcia ma la sua conclusione finisce di poco a lato del palo.

L’unica occasione offensiva degli uomini di Zeman è sui piedi di Zampano che arriva al tiro con il mancino dal limite, nessun problema per Gollini e palla alta sopra la traversa.

La prima frazione finisce sul risultato di 1-0 grazie al decimo gol stagionale del Papu Gomez.

SECONDO TEMPO – Ad inizio ripresa la musica non cambia, l’Atalanta spinge ancora per archiviare la pratica Pescara e ci va molto vicina al 49° ma Bizzarri vola e riesce a respingere una bella conclusione di Grassi, poi è Petagna ad avere due grandi occasioni, ma nella prima si fa recuperare dall’ottimo recupero dei difensori avversari e nella seconda ancora l’attaccante ex Ascoli attarda troppo la conclusione dopo l’ottimo passaggio di Masiello.

Al 63° Gasperini effettua una doppia sostituzione, togliendo Petagna e Cristante per Paloschi e Kessiè che ha subito un’occasione con una bordata da fuori area mettendo in difficoltà Bizzarri.

Il gol che chiude il match arriva al 69°, ancora una volta al centro dell’azione c’è Gomez che con un passaggio rasoterra pesca bene Grassi che con un tocco vincente porta sul doppio vantaggio la sua squadra.

In cinque minuti Zeman apporta i tre cambi alla formazione, cercando di dare più spinta e creare più azioni, facendo accomodare in panchina Verre, Memushaj e Crescenzi per l’innesto di Kastanos, Bahebeck e Coulibaly, giovane classe 99′ che fa il suo esordio in Serie A.

All’84° Paloschi ha l’occasione di portare il risultato sul 3-0 ma la traversa dice no all’attaccante italiano, allora a chiudere i conti ci pensa ancora una volta il Papu Gomez a tempo ormai scaduto, Kessiè serve al centro l’argentino che controlla e batte ancora una volta Bizzarri, segnando la sua doppietta personale.

L’Atalanta riesce ad ottenere tre punti fondamentali e resta in corsa per l’Europa agganciando l’Inter al quinto posto a quota 55 grazie ad uno straordinario Gomez che si dimostra sempre di più trascinatore di questa squadra, per il Pescara si fa sempre più difficile ottenere la salvezza, la squadra di Zeman al momento si trova all’ultimo posto a dieci lunghezze dall’Empoli quartultimo.

 

 

 

 

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here