Aston Martin DBX Straight-Six: è l’ora del debutto

La nuova Aston Martin DBX con motore a sei cilindri in linea sta per fare il suo debutto sul mercato. L'azienda britannica chiarisce però che questo modello sarà disponibile solo per il mercato cinese.

0
309
Aston Martin DBX mercato cinese
Nuova Aston Martin DBX vicina al debutto (screenshot Instagram).

Aston Martin sta tornando alle origini. L’azienda britannica infatti sta nuovamente puntando sui motori a sei cilindri in linea che aveva messo da parte ormai da diversi anni. In queste ore è atteso il debutto dell’Aston Martin DBX Straight-Six. Sul social network cinese Weibo sta circolando un video di anticipazioni che permette di dare una prima occhiata alla vettura. Il sito specializzato Motor1.com ha contattato la società automobilistica londinese per raccogliere informazioni sul nuovo modello di DBX. Un portavoce ha subito chiarito che sarà disponibile solo per il mercato della Cina, sottolineando: “Al momento non ci sono piani per espandersi in altri mercati”.

Come sarà la nuova Aston Martin DBX per la Cina?

Il teaser diffuso in Cina non fornisce anticipazioni sulle caratteristiche meccaniche della nuova Aston Martin DBX. Tuttavia, i responsabili della casa britannica confermano che intendono puntare su un propulsore a sei cilindri in linea turbocompresso da 3,0 litri di derivazione Mercedes. Questo motore è già presente sui modelli AMG 53 ed è in grado di sprigionare 429 cavalli. Al momento non è chiaro se accadrà la stessa cosa anche per la DBX. Inoltre, guardando alle vetture Mercedes, questo tipo di motore è collegato ad un cambio a nove marce con trazione integrale. La sensazione è che queste specifiche tecniche riguarderanno anche la Aston Martin che ormai è a poche ore dal debutto in Cina.

Aston Martin DB5 Junior: pronto il modello speciale

Ci saranno diverse versioni della DBX

Stando alle indiscrezioni raccolte da Motor1.com, la gamma S di Aston Martin dovrebbe basarsi su prestazioni derivanti da un motore AMG che è in grado di rilasciare fino a 700 cavalli. Non si esclude che possa arrivare anche un modello ibrido plug-in. Il crossover potrebbe avere un design simile a quello di una coupé per i clienti che gradiscono una vettura più elegante. Inoltre si starebbe lavorando ad una sette posti per gli acquirenti che, invece, vogliono più spazio. La Aston Martin DBX finora è stata una linea fortunata per la società londinese. Le consegne sono partite alla fine del terzo trimestre del 2020 e ad oggi il crossover è riuscito a primeggiare in termini di vendite rispetto a tutti gli altri modelli. Basti pensare che, mentre da gennaio a settembre 2021 sono state immatricolate 2.186 DBX, nello stesso arco di tempo tutte le altre auto della Aston Martin hanno raggiunto quota 2.064 consegne.