Assalto Capitol Hill: Casa Bianca può fornire documenti su Trump

0
416
Assalto a Capitol Hill: l’ira di Trump contro la commissione d’inchiesta

Un giudice federale degli USA ha stabilito che la Casa Bianca può fornire alla Commissione i documenti su Trump relativi all’assalto a Capitol Hill. L’ex presidente Trump aveva citato in giudizio il comitato nel tentativo di impedire agli Archivi nazionali di fornire i documenti.

La Casa Bianca può fornire documenti su Trump relativi all’assalto a Capitol Hill?

Un giudice federale ha stabilito che i documenti della Casa Bianca che potrebbero mostrare il coinvolgimento dell’ex presidente Trump nell’attacco dello scorso 6 gennaio a Capitol Hill possono essere rilasciati alla Commissione che indaga sulla violenza. Secondo la corte, “l’interesse pubblico consiste nel consentire, ma non ingiungere, la volontà combinata dei rami legislativo ed esecutivo di studiare gli eventi che hanno portato agli attacchi e di prendere in considerazione una legislazione per impedire che tali eventi si verifichino mai di nuovo”.

Trump aveva citato in giudizio il comitato il mese scorso nel tentativo di impedire agli Archivi nazionali di fornire i record del pannello investigativo relativi al suo periodo in carica, compresi i tabulati telefonici, i registri dei visitatori e altri documenti, citando il privilegio esecutivo. Il giudice distrettuale degli USA Tanya Chutkan ha respinto tale richiesta. Ha sosteunto che il presidente Biden è “nella posizione migliore” per determinare se la richiesta di privilegio esecutivo da parte di un ex presidente debba essere accolta. “Il querelante non riconosce la deferenza dovuta al giudizio del presidente in carica. La sua posizione secondo cui potrebbe prevalere sull’espressa volontà del ramo esecutivo sembra essere basata sull’idea che il suo potere esecutivo ‘esiste in perpetuo. Ma i presidenti non sono re, e il querelante non è presidente“, ha scritto Chutkan in un parere di 39 pagine.

La risposta di Trump

Un portavoce di Trump ha detto che l’ex presidente si opporrà alla decisione. “La battaglia per difendere il privilegio esecutivo per i presidenti passati, presenti e futuri, fin dall’inizio, era destinata a essere decisa dalle corti d’appello”, ha scritto il portavoce, Taylor Budowich. “Il presidente Trump rimane impegnato a difendere la Costituzione e l’Ufficio della Presidenza, e porterà a termine questo processo”.


Leggi anche: Assalto Capitol Hill: accusato chiede asilo in Bielorussia

Assalto al Congresso USA: prima udienza il 27 luglio

Assalto Capitol Hill: la testimonianza degli agenti di polizia

Udienze Capitol Hill: convocato Donald Trump