Assalto Campidoglio: agente di polizia accusato di ostacolare indagine

0
214
USA: prima condanna per assalto a Capitol Hill

Continuano le indagini sull’assalto al Campidoglio del 6 gennaio. Un agente di polizia è stato accusato di aver ostacolato la giustizia. Avrebbe esortato un partecipante all’assalto di cancellare i post su Facebook che lo mostravano all’interno di Capitol Hill.

Un agente di polizia è accusato di ostacolare le indagini sull’assalto Campidoglio?

I pubblici ministeri federali hanno accusato un agente della polizia del Campidoglio USA di ostacolare un’indagine sull’assalto del 6 gennaio a Capitol Hill. L’agente, secondo quanto riferito, avrebbe esortato un partecipante all’assalto a distruggere i post di Facebook che lo mostravano all’interno. L’agente lo avrebbe anche avvertito che sarebbe stato perseguito. In un atto d’accusa di sei pagine, i pubblici ministeri hanno affermato che Michael Riley, un ufficiale di polizia del Campidoglio per più di 25 anni, era diventato un amico di Facebook con il sospetto identificato come “Persona 1” il 1°gennaio e poi ha inviato un messaggio diretto all’individuo il 7 gennaio. “Ehi (persona 1), sono un ufficiale di polizia della capitale che è d’accordo con la tua posizione politica”, ha detto Riley nel messaggio. “Rimuovi la parte sull’essere nell’edificio su cui stanno attualmente indagando. Tutti quelli che erano nell’edificio verranno accusati”.

I pubblici ministeri affermano che Riley ha scambiato “oltre dozzine” di messaggi diretti con il sospettato di sommossa il 7 gennaio, incluso uno in cui ha scritto: “Sono contento che tu ne sia uscito illeso. Abbiamo avuto più di 50 agenti feriti, alcuni piuttosto gravi”. Ognuna delle due accuse di ostruzione che Riley deve affrontare comporta una pena massima di 20 anni di carcere. Venerdì, durante una breve udienza in tribunale, il giudice federale G. Michael Harvey ha acconsentito al rilascio su cauzione di Riley, ordinandogli di non lasciare gli USA senza l’approvazione del tribunale e di riferire settimanalmente per telefono ai servizi preprocessuali. Riley inoltre non potrà possedere pistole o altre armi.


Leggi anche: Assalto Capitol Hill: la testimonianza degli agenti di polizia