ARThletes Suzuki: design nipponico per Burgman 400

L’anima charity di ARThletes: all’asta su CharityStars lo scooter personalizzato dai Van Orton per sostenere la Fondazione Matalon e i giovani artisti

0
240
Arthletes Suzuki
I Van Orton hanno realizzato lo schermidore per lo scooter in stile nipponico

Col progetto ARThletes Suzuki ha lanciato la sfida a 4 illustratori italiani. I talenti si sono messi alla prova per interpretare alcune doti dell’iconico Burgman 400 con richiami a sport olimpici. I partecipanti erano supportati da Lorenza Salamon, gallerista e curatrice dell’iniziativa, e Ale Giorgini, creativo e coordinatore.


Nuova Suzuki Hayabusa: gioite, il mito è tornato!


Quali sono i risultati della gara di ARThletes Suzuki?

Gianluca Folì, Riccardo Guasco, Francesco Poroli e i gemelli Van Orton hanno ideato illustrazioni potenti ed eleganti. Le immagini sono diventate soggetto di un concorso social che ha decretato il preferito dalla community. Lo schermitore della coppia di talenti con le linee marcate e i colori pop, ha conquistato il pubblico e è diventato livrea dello scooter Suzuki. Il motociclo wrappato con la grafica esclusiva è ora all’asta sulla piattaforma CharityStars insieme alla stampa nr. 1, un pezzo unico. Un’opera d’arte che ha anche un’anima generosa poiché tutto il ricavato sarà devoluto alla Fondazione Matalon di Milano.

Un progetto di design che ha anche un risvolto benefico

I gemelli Van Orton commentano così l’iniziativa. “Siamo davvero felici che la nostra opera possa prendere vita e trasformarsi in un gesto benefico a sostegno dell’arte. Suzuki ci ha affidato il compito di rappresentare la “sicurezza”, aspetto fondamentale sulle due ruote. Così abbiamo visualizzato uno schermidore dalla posa elegante avvolto in un mix di linee e forme che intrecciandosi formano scenari che richiamano il Giappone. Il paese è per noi fonte di ispirazione”. Il legame tra Suzuki Italia e l’arte si fortifica così con lo step charity di ARThletes.

L’asta della creazione ARThletes Suzuki

Fino al 17 novembre lo scooter è esposto a Milano in Fondazione Matalon, Foro Buonaparte, 67. Inoltre, è possibile fare un’offerta su CharityStars per aggiudicarsi il motociclo insieme alla stampa nr. 1 dell’illustrazione dei fratelli Van Orton. Anche ad EICMA 2021, dal 25 al 28 novembre, sarà presente il Burgman presso lo stand Suzuki. All’appuntamento internazionale imperdibile per gli appassionati delle due ruote, l’azienda concluderà il progetto ARThletes. Annuncerà quindi il nome di chi si è aggiudicato l’asta, consegnandogli il modello di ciclomotore. L’incasso andrà all’Istituzione nipponica che condivide un legame speciale con l’Oriente. Sono infatti numerosi i progetti espositivi provenienti non solo dal Giappone, ma anche dalla Corea e dalla Cina. Nello Taietti, Presidente della Fondazione descrive le attività del sodalizio. “Abbiamo promosso mostre di Luciana Matalon, artista a Tokyo, Yokohama e Hong Kong. Accogliere il progetto artistico ARThletes significa esplorare nuove dimensioni su due ruote”.

Una collaborazione che dà lustro all’azienda di motori

Enrico Bessolo, Direttore commerciale Suzuki Italia commenta positivamente l’iniziativa. “E’ stato un bellissimo e articolato progetto in divenire che culmina con un gesto concreto e solidale verso l’arte. Nel mondo dell’illustrazione, abbiamo trovato una varietà incredibile di affinità tra il nostro brand, i valori intrinsechi del Burgman e le modalità espressive dei talenti coinvolti. La svolta charity di questo progetto è la conclusione perfetta per sugellare questa nuova dimensione”. Infine, Domenico Gravagno, Amministratore delegato di CharityStars.com commenta così la collaborazione. “Siamo felici di rinnovare la nostra partnership con Suzuki con questa iniziativa che sposa pienamente i nostri valori”.

Immagine da cartella stampa.