Arrestato spacciatore durante controlli del territorio a Genova

0
195
Arrestato spacciatore

Controlli del territorio Comando Provinciale di Genova arrestato uno spacciatore pescato in flagranza di reato.

Scoperto a spacciare, ingoia ovuli di stupefacente. Identificato è stato arrestato uno spacciatore. Lo scorso pomeriggio, i Carabinieri di Ge-Carignano, a conclusione di una serie di accertamenti condotti nell’ambito di uno specifico servizio dedicato al contrasto del traffico di stupefacenti, in Salita San Rocchino, hanno arrestato per “detenzione ai fini  di spaccio di sostanze stupefacenti” un cittadino del Mali di 31 anni, pregiudicato, di fatto senza fissa dimora. 

Lo straniero, veniva sorpreso mentre tentava di cedere della droga ad un acquirente, e nello stesso tempo, notavano che lo spacciatore ingoiava, verosimilmente, le dosi di droga, che conservava in bocca. Subito bloccato, veniva accompagnato presso l’ospedale Galliera, dove, sottoposto ad accertamenti sanitari, si appurava, che il fermato, aveva ingerito 12 ovuli, presumibilmente di “cocaina crack”., pertanto, veniva ricoverato e piantonato. Identificato e poi perquisito è stato trovato in possesso di 2 telefoni cellulari e oltre 500 euro in contanti, provento dell’illecita attività. L’acquirente, un genovese di 34 anni, trovato in possesso di una dose “eroina, sarà segnalato alla Prefettura quale assuntore di stupefacenti. Droghe e denaro sequestrati.

Gdf Genova: scoperti 1.500 ‘furbetti’ del reddito cittadinanza

Minaccia la compagna: allontanato dalla casa familiare a Genova

Denunciato 45enne per maltrattamenti famigliari a Genova

Sottoposto a controllo offende i Carabinieri. Denunciato. A Sampierdarena, la pattuglia della locale Stazione Carabinieri, impegnata in un servizio dedicato al controllo delle persone sottoposte ad obblighi vari imposti dall’Autorità Giudiziaria cittadina, lo scorso pomeriggio, si recavano in via Dottesio, presso l’abitazione di un genovese di 42 pregiudicato, attualmente agli arresti domiciliari per il reato di “furto aggravato”. L’uomo, durante l’ispezione, offendeva i Carabinieri con frasi ingiuriose. Denunciato in stato di libertà per “oltraggio a P.U.”.

Effettuano acquisti mediante illecito account. Identificati e denunciati.
I Carabinieri di Arenzano, dopo una denuncia, sporta da 50 enne del luogo, al termine dei necessari accertamenti che permettevano di individuare i responsabili, 3 soggetti appartenenti allo stesso nucleo familiare, abitanti nella provincia Napoletana, sono stati denunciati in stato di libertà per “accesso abusivo a sistema informatico/telematico e frode informatica in concorso”. 

I predetti, in concorso tra loro, con vari stratagemmi, mediante un illecito accesso su un account per effettuare acquisti on line, in uso alla vittima, effettuavano numerose compere, per poi addebitarle sulla carta di credito dell’uomo, accostata al predetto account di e-commerce.