Arrestato l’uomo sospettato dell’attacco con arco e frecce in Norvegia

0
209

Un cittadino danese di 37 anni è sospettato di aver ucciso cinque persone in un attacco con arco e frecce nella città norvegese di Kongsberg. Due persone, tra cui un agente di polizia fuori servizio, sono state ferite mercoledì sera.

Cosa sa la polizia sull’attacco con arco e frecce?

Questa situazione molto grave sta ovviamente facendo una profonda impressione su Kongsberg e su coloro che vivono qui“, ha dichiarato il capo della polizia distrettuale Oeyvind Aas in una nota. Si ritiene che il sospettato, che è stato arrestato, abbia agito da solo, ha detto la polizia. Non hanno detto nulla su un possibile movente. Molti degli attacchi sono stati commessi con arco e frecce, ha detto Aas nella tarda serata di mercoledì, anche se la polizia stava anche indagando se fossero state usate altre armi.

Le prime informazioni

Il bilancio delle vittime è stato il peggiore di qualsiasi attacco in Norvegia dal 2011, quando l’estremista di estrema destra Anders Behring Breivik ha ucciso 77 persone, la maggior parte dei quali adolescenti in un campo giovanile. La polizia ha detto che stavano fornendo informazioni sulla nazionalità dell’uomo dopo che sui social media erano circolate voci su persone non legate agli attacchi. Il primo ministro entrante norvegese, Jonas Gahr Stoere, che dovrebbe prendere il potere oggi, giovedì 14 ottobre, dopo aver vinto le elezioni generali il mese scorso, ha dichiarato di essere stato informato dal governo uscente. “Ciò che abbiamo appreso da Kongsberg testimonia un atto raccapricciante e brutale“, ha detto Stoere in una dichiarazione all’agenzia di stampa NTB.


Diverse persone uccise a Kongsberg in Norvegia

Le testimonianze

Gli attacchi sono andati avanti per più di mezz’ora su una “vasta area” di Kongsberg, incluso un negozio di alimentari Coop Extra, secondo il quotidiano Aftenposten citato dalla polizia. Una donna che vive vicino al negozio ha detto di aver sentito gli allarmi mentre stava tornando a casa. “Ho visto un gruppo di agenti di polizia, tra cui uno che teneva in mano diverse frecce”, ha detto Marit Hoefle. Gli investigatori stanno valutando se gli attacchi siano stati un atto di terrorismo e hanno detto che oggi forniranno maggiori dettagli sull’incidente. La polizia stava interrogando il sospettato e lui stava collaborando, ha detto il suo avvocato difensore.