Arrestato 46enne per violenze famigliari a Pomezia

0
285
Arrestato 46enne

Arrestato 46enne di Pomezia per aver picchiato la moglie con calci e pugni alla compagna davanti i figli piccoli

La donna ha approfittato del fatto che il compagno era uscito di casa per chiamare i carabinieri e richiedere il loro intervento. Arrestato 46enne di Pomezia, ora dovrà rispondere dell’accusa di maltrattamenti in famiglia. L’ennesima aggressione ai danni della donna è avvenuta davanti ai figli minori, terrorizzati dal comportamento del padre.

Un uomo di 46 anni è stato arrestato dai carabinieri ieri a Pomezia con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. A denunciarlo è stata la compagna, che ha approfittato del fatto che l’uomo era uscito di casa per chiamare le forze dell’ordine. Quando i militari sono arrivati, la donna ha raccontato le violenze che era costretta a subire tutti i giorni ormai da diverso tempo.

In quell’occasione particolare era stata presa a calci e pugni davanti ai figli piccoli, riportando escoriazioni e contusioni, fortunatamente non gravi. E così, quando l’uomo è tornato a casa, è stato arrestato e portato nelle camere di sicurezza in attesa del giudizio direttissimo al Tribunale di Velletri. Il reato è è punito con la reclusione da tre a sette anni, ma la pena è aumentata fino alla metà se il fatto è commesso in presenza o in danno di persona minore.

Pomezia (Roma) – Scritte antisemite a scuola ”Calpesta l’ebreo”

Pomezia (Roma) – Tragedie familiari: minaccia di dare fuoco alla casa della compagna

Ardea (Roma) – Brucia roulotte nella notte: muore carbonizzato un uomo

Aumentati i casi di violenza contro le donneQuello avvenuto ieri a Pomezia è solo l’ultimo di una serie di casi di violenza contro le donne. Costrette in casa con i compagni maltrattanti, sono sempre di più le donne che si rivolgono ai centri antiviolenza per chiedere aiuto e fuoriuscire dalla relazione violenta. In molti casi non vanno via per paura di ritorsioni, altre perché dipendenti economicamente dal convivente. Ma sono sempre di più coloro che decidono di allontanarsi, soprattutto in questo periodo, dove le violenze dei compagni si fanno sempre più frequenti. Una piaga, quella della violenza contro le donne, che non ha fine e non accenna a diminuire, così come dimostrano anche i numerosi femminicidi che si sono susseguiti dall’inizio dell’anno.