Armi all’Arabia Saudita: l’America ne darà 500 milioni

L'America potrebbe vendere delle armi all'Arabia Saudita dal valore di circa 500 milioni di dollari. Cosa succederebbe se questo avvenisse?

0
186
armi all'Arabia Saudita

L’amministrazione Trump vorrebbe autorizzare una vendita di armi all’Arabia Saudita di circa 500 milioni di dollari. Si tratta di un’ipotesi forte, che vedrebbe la sua scadenza il 20 gennaio. Una data significativa, dato che si tratta del giorno in cui Biden diventerà il nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America.

L’America venderà armi all’Arabia saudita?

La notizia arriva direttamente da Bloomberg che ha raccolto la testimonianza di due fonti anonime. Secondo queste, il Dipartimento di Stato ha fatto sapere che verrà rilasciata una licenza per la vendita di armamenti. Se così fosse, il produttore di armi Raytheon Technologies Corp potrà vendere i prodotti all’Arabia Saudita in modo diretto. Altre informazioni arrivano dal Washingotn post, il quale fa sapere che i negoziati sono attivi dal 2019. Si pensa che l’accordo comprenderà anche dei sistemi per le comunicazioni di sicurezza interna, dal valore di 97 milioni di dollari.

L’amicizia America e Arabia Saudita

Che Trump sia un grande amico del principe saudita Mohammed bin Salman non è certo una novità. Stati Uniti e Arabia Saudita sono storici alleati e questo legame si è consolidato con il leader repubblicano. Per capire quanto questo rapporto si sia sviluppato in questi anni, basti vedere le azioni di Trump in merito ai diritti umani. Il presidente ha spesso difeso il principe, negando che ci siano violazioni dei diritti dell’uomo nella regione. Non dimentichiamoci di cosa stanno facendo i sauditi da anni: la guerra in Yemen. Un conflitto sanguinario che ha visto la morte di molti civili. Cosa potrebbe fare un paese come l’Arabia Saudita con in mano delle attrezzature militari avanzate? Quanto i suoi soprusi e le sue guerra andrebbero avanti?

Le armi all’Arabia Saudita renderanno il paese più forte

Se questa vendita andasse in porto, l’Arabia Saudita diventerebbe la prima nazione araba a possedere dei caccia da guerra invisibili. Questi avrebbero inciso il marchio dell’America, che diventerebbe indirettamente responsabile dei morti che causeranno. Gli Stati Uniti hanno provato a difendersi diverse volte. Il loro obiettivo ufficiale è quello di rafforzare il fronte anti-iraniano in Medio oriente. Alla fine, l’Iran c’entra sempre. Questa ipotesi non è certo l’unica volta in cui si è sentito parlare di armi all’Arabia Saudita. Di redente, un’altra transazione è stata bloccata dal Senato. Il Presidente aveva dichiarato il disegno di legge annuale sulla Difesa “debole” e “incompleto”. Tutti elementi che mostrano quanto questa amministrazione fosse incompatibile sul ramo esecutivo e su quello legislativo.

Commenti