Irlanda del Nord: si dimette la premier Arlene Foster

0
289

Il primo ministro dell’Irlanda del Nord Arlene Foster si è dimessa dopo una rivolta interna al suo partito che l’ha accusata di non fare abbastanza contro l’accordo Brexit firmato da Boris Johnson. Un’altra vittima politica dell’uscita di Londra dall’Ue, per una pace sempre più a rischio a Belfast

Perchè Arlene Foster si è dimessa?

La leader del Partito Democratico Unionista (DUP), ha annunciato che darà le dimissioni da entrambe le cariche. Smetterà di essere leader del DUP a partire dal 28 maggio e prima ministra alla fine di giugno. La decisione arriva dopo le firme di una ventina di esponenti del suo partito in una lettera di sfiducia nei suoi confronti. Gli esponenti hanno espresso preoccupazione per il futuro del partito e dell’unionismo: il movimento che vuole la permanenza dell’Irlanda del Nord del Regno Unito, sostenuto per la maggior parte da chi è di religione protestante.

Le critiche al DUP

Il DUP, che aveva sostenuto la Brexit, negli ultimi tempi aveva ricevuto molte critiche dai suoi sostenitori proprio per gli accordi sullo status dell’Irlanda del Nord dopo la Brexit. Queste hanno di fatto allontanato il paese dal resto del Regno Unito, mantenendolo sia nel mercato comune europeo che nell’unione doganale. Foster era diventata leader del DUP nel 2015 e un mese dopo prima ministra dell’Irlanda del Nord, la prima donna e persona più giovane nella storia del paese a ricoprire entrambe le cariche. La premier ha spiegato che un nuovo leader sarà eletto nel giro di qualche settimana.

Johnson esulta: accordo Brexit firmato si chiude il viaggio