L’artista Aretha Franklin è scomparsa lo scorso 16 agosto, eppure la sua fama e la sua importanza continuano a vivere e a ricevere i riconoscimenti per cui ha lavorato tanto duramente nel corso della sua vita.

Aretha Franklin. Sarà la prima donna a ricevere un premio Pulitzer postumo

Lo scorso 15 aprile sono stati istituiti i premi Pulitzer per i due ambiti di giornalismo e arti e lettere. In quella sede è stata anche presa la decisione di attribuire alla cantante soul uno dei riconoscimenti di maggior valore. Aretha Franklin sarà infatti la prima donna, musicista solista, a ricevere il premio Pulitzer postumo. L’onorificenza le verrà affidata per “il suo indelebile contributo alla musica e alla cultura americana per oltre cinquant’anni.”

Special Citation 2018 per il rapper Kendrick Lamar
L’album del rapper Kendrick Lamar che lo ha portato a vincere il premio Pulitzer lo scorso anno

Non sarà la prima artista afroamericana a ricevere il tanto bramato premio, prima di lei infatti, lo scorso anno, venne premiato il rapper Kendrick Lamar. Questo divenne il primo artista né classico né jazz a ricevere l’onorificenza nella categoria Musica con l’album del 2017 DAMN.

Da quando il premio Pulitzer è stato istituito, sono state assegnate solo 44 Special Citation, e la Franklin risulta essere la prima cantante solista a ricevere un premio dopo la morte. Lo Special Citation è un premio speciale che non viene dunque assegnato annualmente ma solo quando la giuria lo ritiene strettamente necessario.

Altri musicisti che hanno ricevuto una Special Citation sono George Gershwin, Duke Ellington, Theolonious Monk, John Coltrane e Hank Williams nel 2010 anche questa volta postumo, dopo 57 anni dalla sua scomparsa. Nel 2008 era stato premiato invece l’artista Bob Dylan per “il suo profondo impatto sulla musica popolare e sulla cultura Americana, segnate dalle sue composizioni dotate di uno straordinario potere poetico.”

ITALY – AUGUST 01: Photo of Aretha Franklin; live in Palermo (Photo by Jan Persson/Redferns)

Aretha Franklin è nata a Memphis nel 1942 in una famiglia molto religiosa. La sua carriera musicale prende i primi passi grazie al gospel arrivando ad ottenere un contratto con la Columbia a soli quattordici anni. Durante gli anni Settanta è passata poi all’Atlantic Records con cui è riuscita a raggiungere le vette delle classifiche grazie ai singoli “Do right woman, do right man” e “Respect“.

È passato dunque un anno dalla morte della regina del soul dovuta a un tumore; eppure il suo ricordo non ha mai smesso un secondo di accompagnare i suoi ammiratori e i suoi concittadini. Gli stessi ex presidenti statunitensi Bill Clinton e Barack Obama l’hanno ricordata in quanto cantante ma anche in quanto attivista per i diritti civili e delle donne. E quel ricordo verrà omaggiato ancora una volta proprio grazie a questo premio.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here