Ardea (Roma) – Brucia roulotte nella notte: muore carbonizzato un uomo

0
281

Un cadavere carbonizzato è stato rinvenuto all’interno di una roulotte che ha preso fuoco nella notte ad Ardea, in provincia di Roma. Nonostante il pronto intervento dei vigili del fuoco, intervenuti sul posto per domare le fiamme, per l’uomo non c’è stato purtroppo nulla da fare per salvargli la vita.

Tragedia nella notte ad Ardea, Comune della provincia di Roma, dov’è stato rinvenuto il cadavere carbonizzato di una persona, della quale non è stata resa nota l’identità. Non è ancora trapelato se si tratti di un uomo o di una donna, perché il corpo è irriconoscibile. Secondo le primissime informazioni apprese, il drammatico ritrovamento è avvenuto a seguito di un incendio divampato all’interno di una roulotte parcheggiata in un terreno pubblico in via Romagna, 6, località Tor San Lorenzo. Le fiamme si sono sprigionate intorno alle ore 2 di oggi, giovedì 25 febbraio. Si esclude la pista dolosa: l’incendio è partito dal malfunzionamento di un frigorifero. Arrivata la segnalazione al Numero Unico delle Emergenze 112 e alla Sala Operativa del Comando provinciale dei vigili del fuoco di Roma, sul posto sono giunti in breve tempo i pompieri, con due squadre, la 22A e la AB22 del distaccamento di Pomezia.

Sul corpo carbonizzato disposta l’autopsia

I vigili del fuoco hanno lavorato per domare le fiamme. Terminate le operazioni, all’interno della roulotte completamente avvolta dalle fiamme e distrutta, è stato rinvenuto il cadavere carbonizzato di una persona, che non è riuscita a salvarsi in tempo. Presenti per i rilievi scientifici i carabinieri di competenza territoriale della Stazione di Ardea, contattati dai vigili del fuoco, che hanno svolto gli accertamenti del caso e indagano per ricostruire la dinamica dell’accaduto. Oltre al morto carbonizzato nella vicenda non sembrano al momento essere coinvolte altre persone. Terminate le verifiche di rito, la salma è stata trasferita all’obitorio di Tor Vergata, dove si trova a disposizione dell’Autorità Giudiziaria e il magistrato ne ha disposto l’autopsia. I risultati degli esami autoptici potrebbero aiutare chi indaga a fare chiarezza sulle cause che hanno portato al decesso.