“Arco di trionfo avvolto”: il monumento cambia volto

I parigini hanno commentato il progetto che fino al 4 ottobre sarà in esposizione a place de l'Étoile

0
401
Arco di trionfo avvolto
Da ieri il monumento parigino è ricoperto di polipropilene

Presentata al pubblico l’installazione “Arco di trionfo avvolto” dell’artista Christo e della moglie realizzata postuma. Da ieri il monumento posto nei pressi degli Champs-Élysées è drappeggiato con un tessuto in polipropilene cangiante. I parigini hanno partecipato all’evento, commentando l’opera che rimarrà allestita fino al 4 ottobre.


“Arc de trionphe wrapped”: in corso l’allestimento


Quanto è costato il progetto “Arco di trionfo avvolto”?

Oltre alle manifestazioni di interesse per la spettacolarità del lavoro, il sindaco Anne Hidalgo ha ricevuto anche alcune critiche. Le opinioni negative riguardano soprattutto il costo di realizzazione dell’installazione che è di 14 milioni €. Dopo la pandemia, le spese per drappeggiare il monumento sono sembrate eccessive. Comunque, la copertura finanziaria per l’opera deriva dalla vendita di studi preparatori, disegni, modelli in scala di Christo.

I parigini e l’installazione di Christo

Ieri nella zona del monumento si è riunita una folla di spettatori che ha fotografato e visto da vicino l’opera artistica. Infatti, Christo Vladimirov Javacheff ha pensato la creazione perché possa essere toccata e apprezzata a pochi passi. Corde rosse fissano le strisce di materiale riciclato che si muove al vento e al passaggio delle vetture. Nei fine settimana l’amministrazione cittadina ha disposto di rendere pedonabile la rotonda in prossimità dell’Arco di trionfo.

Una creazione con 60 anni di gestazione

Era il 1961 quando Christo e Jeanne Claude hanno deciso di decorare il monumento che simboleggia la potenza militare francese. Nel corso degli anni i due creativi hanno progettato l’ornamento e cercato di realizzarlo, ma non sono riusciti. La donna è morta nel 2009 e il marito lo scorso anno: i parenti si sono così impegnati a concretizzare l’idea degli artisti. Passanti e turisti hanno apprezzato l’installazione, gli effetti che la luce produce sul materiale. Anche la forma che l’Arco di trionfo ha acquisito con l’imballaggio lo rende un lavoro da ammirare.