Apple investe nel settore delle criptovalute?

0
546
Apple

La voce si rincorre da settimane tra gli addetti ai lavori: Apple potrebbe investire presto nel settore delle criptovalute. Apple è la più grande società quotata in borsa al mondo, con una capitalizzazione di mercato di 2300 miliardi di dollari ed è quindi naturale che un colosso del genere possa considerare un investimento in un settore in crescita esponenziale come quello cripto.

Apple sulle criptovalute? Ne parlano gli esperti

A parlare della possibilità che Apple possa investire sulle criptovalute è stato un report della società di intermediazione RBC Capital Markets. Secondo il rapporto Apple potrebbe essere in grado di generare un business da 40 miliardi di dollari nel settore, dando vita a una vera e propria rivoluzione. Una scelta di questo tipo aiuterebbe gli USA a diventare leader nel settore cripto e transazioni digitali. “Se Apple scegliesse questa strada, gli Stati Uniti probabilmente acquisirebbero il maggior numero di asset crittografici globalmente”. “Se gli Stati Uniti possiedono il maggior numero di asset crittografici, non avrebbe senso logico vietarlo. Inoltre, con il software di livello mondiale di Apple, gli Stati Uniti sarebbero in grado di avere fiducia nelle informazioni e nei saldi degli utenti, se necessario in futuro”. Si legge nel report.


Litecoin: tra crescita spaventosa e arrivo a Milano


Apple aprirà un wallet?

La prima ipotesi è che Apple implementi le transazioni di criptovalute all’interno dell’ app Apple Pay, guadagnando quote di mercato. Ancora una volta gli analisti RBC vengono in nostro soccorso, paragonando Apple a Square, un’azienda che opera nel mondo cripto. Square genera circa $ 1,6 miliardi al trimestre di entrate correlate al bitcoin su una base di installazione attiva stimata in circa 30 milioni.“Ipotizziamo che 200 milioni di utenti utilizzino la base di installazione Apple da 1,5 miliardi, si tratterebbe di una quota di mercato quasi 7 volte superiore a quella di Square. Pertanto, la potenziale opportunità di guadagno supererebbe i 40 miliardi di dollari all’anno “. Insomma RBC ritiene che l’entrata di Apple nel settore cripto potrebbe risolvere alcuni problemi strutturali e rilanciare ancora di più le criptovalute. Inoltre, grazie alla creazione di un sistema chiuso, Apple risolverebbe la questione riguardante la conoscenza dell’acquirente durante le transazioni.

E Apple Car?

Tesla lunedì ha annunciato di aver acquistato bitcoin per un valore di 1,5 miliardi di dollari. Inoltre Elon Musk ha annunciato che la casa automiblistica accetterà pagamenti in criptovalute per gli acquisti delle proprie vetture. Questa accelerazione potrebbe indurre Apple a entrare nel settore e potrebbe essere una buona opportunità a lungo termine per il colosso tecnologico di Cupertino. Tuttavia, RBC ritiene che competere con Elon Musk e Tesla potrebbe essere più rischioso della semplice apertura di uno scambio di criptovalute a marchio Apple. “Il progetto della multinazionale si chiamerebbe “Titan” e avrebbe come base una macchina BMW” si legge su Reuters. Il laboratorio si troverebbe a Berlino e al suo interno lavorerebbero una ventina di persone di altissimo livello nel settore auto. Il noto analista apple Ming-Chi Kuo ha già previsto il lancio dell’autovettura Apple che dovrebbe avvenire tra il 2023 e il 2025.