Appalti truccati: tenente colonnello dell’esercito nei guai

0
326
Appalti truccati

E si scopre un brutto intrigo di appalti truccati che coinvolge l’esercito. Gli autori di questo intrigo di truffe, avrebbero fornito a un imprenditore di Villaputzu Antonino Putzu, informazioni sugli appalti banditi dalla questura di Cagliari e dall’Esercito. Per questo un tenente colonnello dell’Esercito Venuti e un dipendente civile della Polizia Marci, sarebbero finiti nel mirino della Procura.

Appalti truccati: un intrigo più ampio?

Si potrebbe definire un intrigo da servizi segreti, ma questa volta loro non centrano. In realtà la procura sarda, ha aperto un’inchiesta sul condizionamento di gare d’appalto nella Trexenta. Il crimine ha coinvolto anche ex amministratoti di Ortacesus, dell’Unione dei Comuni e di centri limitrofi. Gli appalti truccati coinvolgono addirittura l’esercito, mettendo ben in evidenza che alcuni ambienti sono ancora ben attivi nell’ambito criminale. Il titolare della ditta Elco Sarda, Antoniano Putzu, si è aggiudicato alcune gare presentando l’offerta col miglior ribasso. I carabinieri di Dolianova, hanno seguito una pista specifica di indagine, che ha permesso alla procura, di rinviare a giudizio circa 19 indagati. Il pm Giangiacomo Pilia ha ottenuto tre misure cautelari interdittive dal Gip Ermengarda Ferrarese, con l’ipotesi di turbata libertà degli incanti.


Appalti Consip


Oltre al Putzu?

Oltre a Putzu, destinatari del provvedimento anche il tenente colonnello Salvatore Venuti, e il dipendente della Questura di Cagliari Enrico Marci. Per ora i termini della condanna verso Venuti e Marci sono perlomeno ridicoli, ma è anche vero, che siamo solo all’inizio del provvedimento. Per il tenente colonnello Venuti e per Enrico Macri è stata chiesta la sospensione per sei mesi dal servizio, per Putzu il divieto di impresa con la pubblica amministrazione. Ora le indagini per gli Appalti truccati si spostano ai vertici dell’esercito.

Commenti