Api sopravvissute a 50 giorni sotto una colata vulcanica

0
383

È possibile trovare delle api sopravvissute a 50 giorni sotto la cenere di una colata vulcanica? Forse avremmo risposto di no, se non avessimo la possibilità di riportare questa eccezionale notizia.

Api sopravvissute alla cenere, è possibile?

Lo scenario è quello di La Palma, nelle Isole Canarie. Lo scorso settembre un’eruzione vulcanica aveva seppellito diversi alveari, e sono passati 50 giorni prima che i soccorritori riuscissero a riportarli alla luce. Convinti di trovarsi davanti animali ormai morti, davanti ai loro occhi si sono invece palesati ben cinque alveari, con tanto di api sopravvissute e ben vispe all’interno.


I pesticidi agricoli miscelati sono letali per le api


Vive grazie alla propoli

Ma come, esattamente, gli insetti sono riusciti a sopravvivere per tanto tempo? Sembra che le api abbiano continuato a produrre la propoli, e che l’abbiano utilizzata per sigillare i fori nell’alveare: questo avrebbe impedito alla cenere di entrare. Quanto all’alimentazione, si sarebbero mantenute in vita consumando la loro scorta di miele invernale, che gli apicoltori non avevano (fortunatamente) raccolto.

Non tutte ce l’hanno fatta

In realtà gli alveari rinvenuti erano sei, ma uno di essi era probabilmente troppo vicino al vulcano, cosa che avrebbe segnato la sua sorte. Naturalmente, poi, anche i soccorritori hanno subito alcune punture, o così riporta il Calgary Herald. In primavera, ogni alveare può ospitare dalle 30.000 alle 40.000 api.