Anziana trovata morta in casa; in freezer teneva il cadavere del marito

0
602
Cadavere in freezer

Quando, qualche giorno fa, la polizia di Toole, nello Utah, si è recata nell’appartamento della signora Jeanne Souron Mathers, rispondendo alle segnalazioni di alcuni vicini preoccupati di non vedere più da giorni l’anziana donna, sicuramente non si aspettava l’orrore che avrebbe trovato al suo interno.

Da qualche giorno la signora Mathers, settantacinquenne, non usciva più di casa, né si era recata dal medico per la visita di controllo che aveva prenotato. È stata così avvertita la polizia, che si è recata in casa della Mathers aspettandosi di trovarla semplicemente morta nel suo appartamento, come talvolta accade alle persone sole.

Una macabra scoperta

E così sembrava, almeno in un primo momento. Dopo aver forzato la porta, i poliziotti si sono trovati davanti la signora deceduta, evidentemente per cause naturali.

Durante un sopralluogo nell’appartamento, però, gli uomini hanno fatto una macabra scoperta. Dentro a un grosso congelatore si trovava il cadavere del marito della donna, Paul Edwards Mathers perfettamente conservato. È possibile che il corpo si trovasse lì da circa 12 anni. I vicini, infatti, riferiscono che da tanto tempo il signor Mathers non si faceva più vedere in giro, ma sembra che la cosa non abbia allarmato nessuno.

Una morte naturale

Sui resti dell’uomo non sono stati rinvenuti segni di violenza, il che farebbe pensare che la morte sia avvenuta per cause naturali. Sarà comunque l’autopsia a stabilire con certezza le cause del decesso del signor Mathers e di sua moglie. Quale sia la ragione per cui l’anziana donna abbia deciso di conservare il cadavere del marito, non è invece possibile stabilirlo; probabilmente, l’ha fatto per continuare a percepire la pensione del coniuge.

Una storia macabra, ma soprattutto triste, che non può non ricordarci di una recente commedia italiana con Miriam Leone e Fabio De Luigi. In questo caso, però, la realtà supera la fantasia, e non è affatto divertente. Al contrario, ciò che suscita è inquietudine, non tanto per l’aspetto macabro della vicenda, quanto perché ci mostra a cosa la solitudine e il bisogno possano condurre l’essere umano.

Commenti