Anziana trova Bot degli anni ’50 dietro un quadro: chiesta valutazione ad oggi

0
377

Sono cose che accadono ancora oggi: ritrovare vecchie monete, o addirittura titoli di stato. un pò come accaduto ad un’anziana donna napoletana che ha trovato un Bot degli anni ’50 di lire 1000 intestato a suo marito ormai morto.

La storia della donna

La donna non aveva contezza dell’esistenza di quel titolo ritrovato per caso dietro un quadro. Per cui lo ha portato a stimare da un consulente che ha valutato un rimborso, con il favore degli interessi legali, della rivalutazione e della capitalizzazione, dalla data di emissione a quella del ritrovamento. Pare che ad oggi la cifra ammonti a circa 80 mila euro.

La signora ha conferito mandato all’Associazione Giustitalia per riuscire ad effettuare il recupero presso le Poste italiane ed il Ministero delle Finanze che di solito agiscono in solido per rimborsi antecedenri all’avvento della Repubblica Italiana.

La situazione odierna in Italia

La situazione in Italia è questa per molte persone. Secondo alcune stime ci sono circa 10 milioni di Titoli di Credito “Antichi” (tra cui buoni postali, libretti bancari, Bot, ecc. che possono essere tuttora riscossi).

Manco a farlo apposta, qualche settimana fa si è ritrovata nella medesima situazione una ultracentenaria originaria italiana ma che abita in Florida. Anch’ella rivolgendosi alla medesima associazione ha avuto una valutazione del buono ritrovato, ammontabile a circa 25 mila euro.

Commenti