Anton Deusing: la scienza medica in lingua latina

0
502

Anton Deusing è un medico ed astronomo tedesco, del 1600. Inoltre, il letterato diviene noto per il contributo nella Medicina, poiché insegna presso l’Università di Groningen. A fronte di ciò, Deusing diviene il primo insegnante accademico di Medicina, nei Paesi Bassi. Tra gli scritti del medico, ci sono: Sinossi di Medicina, L’economia del sistema degli animali, De vero systemate mundi dissertatio mathematica ed altre.

Anton Deusing chi è?

Anton Deusing nasce a Moers il 15 ottobre 1612 e decede a Groningen nel 1666. Dopo gli studi in Medicina, Deusing ottiene la laurea nella scienza della salute. In seguito, il letterato diventa professore accademico di Medicina, presso l’Università di Groningen. Tuttavia, l’insegnante prosegue le proprie conoscenze, anche in campo filosofico, astronomico, fisico, matematico e sulle lingue orientali. Durante la carriera, Deusing realizza numerose opere in lingua latina, tra cui: De vero systemate mundi dissertatio mathematica, Lowijs Elzevier, Il teatro universale della natura, Sinossi di Medicina, L’economia del sistema degli animali ed altre.

Anton Deusing: l’Accademia Groningana

Nel 1614 nasce l’Università di Groningen nei Paesi Bassi, cioè il secondo istituto accademico più antico, del Noderland (Olanda). Nel 2014, si ricorda la celebrazione dei quattrocento anni dell’ateneo, che rientra nelle classifiche tra le eccellenze accademiche, al mondo. Secondo l’Academic Ranking of World Universities (ARWU) l’Università di Groningen raggiunge il sessantacinquesimo posto, nel mondo.

Invece l’International Student Barometer colloca l’ateneo olandese come migliore centro accademico, dei Paesi Bassi. Di fatto, l’Università di Groningana vanta undici facoltà, di cui nove scuole per specializzazione di titoli accademici, oltre 175 corsi di laurea e ventisette istituti per la ricerca. Inoltre, tra gli esponenti dell’istituto accademico olandese figurano nomi noti, come Johann Bernoulli ed Aletta Jacobs.

Mentre, tra gli allievi e membri universitari risultano anche alcuni vincitori del Premio Nobel, Premio Spinoza, Premio Stevin, il primo presidente della Banca Centrale Europea (BCE), un segretario NATO. Agli inizi del XX secolo, l’Università di Groninga raggiunge una diffusione, con corsi e facoltà in continua crescita. Dal periodo del secondo conflitto mondiale, il numero degli studenti universitari raggiunge i ventimila iscritti, nel 1994. Oggi, l’Ateneo di Groningen conta 32.700 studenti, con la crescita degli allievi stranieri.

Cenni di storia

Tra quasi fine 1700 ed inizi 1800, a causa dell’occupazione francese, l’Università di Groningen diviene amministrazione, di competenza dell’Università Imperiale di Parigi. Consegue il cambio di nome per l’istituto accademico, che diventa Università Imperiale di Groningen. Durante lo stesso periodo, il centro universitario dei Paesi Bassi risulta l’unico istituto accademico attivo aperto, nel Regno d’Olanda.

Al termine delle guerre napoleoniche, l’Università di Groningen insieme agli istituti di Leida ed Utrecht ottiene la nomina di College Nazionale di istruzione superiore. Nel 1876, la legge sull’istruzione superiore attribuisce al centro accademico dei Paesi Bassi, un prestigio crescente. A ragion per cui, nasce la Rijksuniversiteit Groningen (RUG).

Intorno agli anni Ottanta, l’insegnamento universitario avviene nelle lingue olandese e latino. Da qui, lo sviluppo dell’Accademia di Groninga, con funzioni e compiti educativi e di ricerca. Oggi, il personale accademico dell’Università di Groninga comprende 6.100 persone, con gran parte di docenti internazionali.

Inoltre, nell’University Medical Center Groningen (UMCG), ci sono professori e membri associati. Tra le prime tre università di ricerca d’Europa, emerge l’eccellenza accademica dell’Università di Groningen. Di fatto, il merito dell’istituto olandese trova spazio nei settori scientifico, ecologico, chimico ed astronomico.

La morte

Il medico tedesco decede a Groningen nel 1666, all’età di cinquantaquattro anni.