Annessione Cisgiordania ad Israele, Italia si attivi

0
334

“Le iniziative unilaterali non sono la soluzione. Tanto meno se riguardano annessioni di territorio. Qualsiasi soluzione deve scaturire dal dialogo tra le parti coinvolte e nel pieno rispetto del diritto internazionale. Chiediamo che il Governo faccia valere le ragioni del diritto internazionale.” Così in una nota i deputati in commissione Affari esteri della Camera Pino Cabras (M5S), Laura Boldrini (PD) ed Erasmo Palazzotto (LEU) annunciano il deposito di un’interrogazione sui recenti sviluppi politici in Israele e Palestina.

L’interrogazione della Commissione esorta il governo italiano ad attivarsi per prevenire qualsiasi forma di annessione da parte dello Stato di Israele nei confronti di gran parte della Cisgiordania e della Valle del Giordano, occupati dalle forze ebraiche dal 1967, al fine di garantire il pieno rispetto delle norme internazionali.

Come riporta l’agenzia di stampa siriana SANA, l’Organizzazione per la Liberazione della Palestina ha affermato che il piano annunciato dell’occupazione israeliana da parte del presidente Netanyahu, e del rivale Benny Gantz, per procedere all’annessione di parti significative della Cisgiordania, occupata il prossimo luglio” è una flagrante violazione delle leggi internazionali e un palese sfruttamento della preoccupazione del mondo per affrontare l’epidemia di coronavirus”.

Cartina Cisgiordania
Territorio della Cisgiordania (West Bank), fortemente rivendicato dai palestinesi

Il rapporto dell’Ufficio di presidenza dell’OLP ha inoltre accolto con favore la posizione del procuratore capo della Corte penale internazionale di sondare i crimini e le violazioni dell’occupazione israeliana nei territori palestinesi occupati.

Le autorità israeliane di occupazione, come afferma il rapporto, continuano a demolire case e strutture palestinesi in Cisgiordania, in particolare nella valle del Giordano, come forma di avvertimento contro i residenti.

Commenti