Anime Manga: figurine che raccontano

0
254
Anime Manga mostra alla Fondazione Modena Arti Visive- ARTICOLO DI LOREDANA CARENA -

Alla Fondazione Modena Arti Visive una mostra dedicata ai cartoni animati giapponesi dagli Anni Settanta ad oggi

Le Anime Manga sono le protagoniste di un’interessante e curiosa mostra alla Fondazione Modena Arti Visive che, sicuramente, renderà felice la generazione degli Anni Settanta cresciuta con Capitan Harlock, Mazinga o Kiss me Licia.

L’esposizione, curata da Francesca Fontana ed Enrico Valbonesi, racconta la storia di alcuni dei primi cartoni animati giapponesi mandati in onda dalla televisione italiana.

TEMA DELLA MOSTRA

Corpus principale di “Anime Manga. Storie di maghette, calciatori e robottoni ” è il materiale conservato nella Collezione Museo della Figurina, donata nel 1992 da Giuseppe Panini al Comune di Modena. Attualmente la Collezione Panini è gestita dalla Fondazione Modena Arti Visive.

La mostra focalizza l’attenzione su come molti cartoni animati giapponesi siano derivati da prodotti editoriali. Ma ci sono anche esempi inversi in cui note anime hanno ispirato l’ideazione dei manga corrispondenti.

PERCORSO ESPOSITIVO

Il percorso espositivo è strutturato secondo un ordine cronologico che illustra la nascita e la diffusione delle Anime Manga dagli Anni Settanta ad oggi.

La mostra si presenta come un’esperienza immersiva tra i generi principali dei manga dai così detti kodomo, quelli per l’infanzia, agli spokon a tema sportivo sino ai cartoni animati del World Masterpiece Theater tratti da opere letterarie occidentali.

Uno spazio è dedicato al genere femminile shōjo, di cui fanno parte le celebri piccole maghe e le storie sentimentali, e shōnen, storie avventurose per il pubblico maschile tra cui quelle dei mitici Mazinga e Danguard.

Le anime sono le protagoniste assolute dell’editoria delle figurine dagli Anni Ottanta in poi.

Gli album e le figurine di Capitan Harlock, Kiss me Licia, Holly e Benji, L’incantevole Creamy. Mazingae Occhi di gatto sono stati il passatempo pomeridiano preferito di molti bambini.

Secondo recenti studi accademici questi cartoni animati hanno il merito di avere reinventato generi letterari e cinematografici come la fantascienza, il feuilleton e la sit-com. A ciò si aggiunge la particolarità di avere sviluppato un nuovo linguaggio.

anime manga, cartone animato Lalabel, 1980 - articolo di Loredana Carena per Periodicodaily
LALABEL, 1980

FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE

La Fondazione Modena Arti Visive, FMAV, è un centro culturale e di formazione didattica e professionale fondato nel 2017 grazie all’iniziativa congiunta del Comune di Modena e della fondazione di Modena.

Le principali istituzioni culturali modenesi, quali la Galleria Civica di Modena, la Fondazione Fotografia Modena e il Museo della Figurina, sono state incorporate nella Fondazioni Modena Arti Visive.

Per tale motivo la FMAV è ora un fondamentale polo culturale orientato alla diffusione dell’arte e della cultura visiva contemporanea.

Tra i progetti di formazione professionale la Fondazione Modena Arti Visive propone anche il master sull’immagine contemporanea e il corso per curatori sull’immagine contemporanea ICON.

INFORMAZIONI

“Anime Manga. Storie di maghette, calciatori e robottini “, mostra a cura di Francesca Fontana ed Enrico Valbonesi.

Dal 12 settembre 2020 al 10 gennaio 2021 alla Fondazione Modena Arti Visive – FMAV – Collezione Museo della Figurina –

Palazzo Santa Margherita, Corso Canalgrande n. 103, Modena – Tel. +39 059 2032919 (in orario di mostra) – www.fmav.org

Orari: Mercoledì, giovedì e venerdì: 11-13 / 16-19; sabato, domenica e festivi: 11-19; 25 dicembre 2020 e 1 gennaio 2021: 16-19; durante il festival filosofia 18-19 settembre: 9-23; 20 settembre: 9-21

Ingresso: Intero € 6,00 – Ridotto € 4,00 – Ingresso libero: mercoledì e prima domenica del mese e festival filosofia dal 18 al 20 settembre 2020.

E’ possibile acquistare i biglietti on line su Vivaticket.

  CAPITAN HARLOCK, n. 2 2017 coperina, - articolo di LOREDANA CARENA -
CAPITAN HARLOCK, n. 2 2017

Commenti