Andreina Cerruti è morta un’appassionata d’arte

Figlia di imprenditori, ha lavorato alla Legatoria industriale torinese e promosso l'allestimento della casa museo nei pressi del castello di Rivoli

0
329

Avrebbe compiuto oggi 99 anni, Andreina Cerruti, Presidente della Fondazione che gestisce la casa museo accanto al castello di Rivoli. L’appassionata d’arte è morta ieri e tra i suoi ultimi lavori c’è il Catalogo generale della collezione privata del valore di 600 milioni $.


Francesca Lavazza, presidente del Castello di Rivoli


Quando si svolgeranno i funerali di Andreina Cerruti?

Le esequie sono in programma domani, giovedì 20 gennaio alle 12, alla chiesa della Grande Madre a Torino. Parteciperanno personalità del panorama culturale e amministrativo cittadino che conoscono la famiglia di imprenditori del settore delle rilegature innovative. Il suo amore per la bellezza e l’arte diventano un impegno concreto nel 2015 quando assume la presidenza della Fondazione Cerruti. Uno spazio in cui sono riuniti sculture, dipinti e pezzi artistici allestito in una villa nei pressi del Castello di Rivoli. L’esposizione è aperta al pubblico dal 2019.

Figlia di imprenditori e appassionata d’arte

Andreina nasce il 19 gennaio 1923 da Giuseppe Cerruti e Ines Castagneto, un anno dopo Francesco Federico. Il padre gestiva un’azienda di rilegature e fin da piccola lo aiutava nell’attività. Infatti, dopo il diploma magistrale comincia a lavorare nell’impresa familiare. La Legatoria industriale torinese si distingue per l’impiego di un metodo senza cuciture per la fascicolatura, il ‘perfect binding’. La tecnica è particolarmente adatta ai libri d’arte e alle guide telefoniche. Il suo lavoro le permette di apprezzare i volumi e vederli come opere d’arte: infatti, nella sua collezione ci sono numerose pubblicazioni di pregio. Inoltre, insieme al fratello crea la sua raccolta di materiali che racconta la storia della sua famiglia. La casa museo accanto al castello di Rivoli è il risultato della collaborazione tra pubblico e privato nella valorizzazione del patrimonio.

“Catalogo generale della collezione Cerruti”

Negli ultimi anni Cerruti ha lavorato alla valorizzazione della villa in cui ha allestito la propria collezione privata. Ha chiesto la collaborazione di storici dell’arte e esperti per studiare i materiali che ha raccolto negli anni. Il risultato è il catalogo che raccoglie l’intero corpus di opere che Andreina ha conservato nella sia ricerca della bellezza. Ha scritto la premessa del volume in cui spiega il modo in cui è nata l’esposizione e la soddisfazione di mostrarla al pubblico.