Uno dei principali volti contemporanei della cultura italiana, lo scrittore Andrea Camilleri, è attualmente ricoverato in rianimazione in seguito ad un arresto cardiaco subito stamattina. Ricoverato all’ospedale Santo Spirito di Roma alle 9:15 di stamattina, il creatore del Commissario Montalbano è attualmente in rianimazione. Secondo le fonti disponibili, verserebbe in condizioni critiche, il che del resto non sorprende per un uomo di 93 anni.

Andrea Camilleri è una di quelle persone che hanno fatto della scrittura creativa e del pensiero critico due punti cardine fondamentali attraverso cui condurre la propria carriera. Nel segno della sua Sicilia, terra meravigliosa ma piena di infinite contraddizioni, Camilleri ha creato opere letterarie che hanno conosciuto un successo editoriale immenso, per poi essere benedette anche dal mezzo di comunicazione più pop della nostra epoca: la televisione. La serie TV sul suo personaggio più famoso, il Commissario Montalbano, è da anni uno dei programmi di punta della RAI, tanto da permettere al suo autore di acquisire una fama di rara ampiezza per gli scrittori, in grado di raggiungere anche persone che non leggono affatto.

Personalità amata sia dagli uomini e donne di cultura che dal grande pubblico generico, Andrea Camilleri era ancora nel pieno della sua attività nonostante la sua elevata età: il suo spettacolo teatrale “L’autodifesa Di Caino” sarebbe programmato per approdare alle Terme di Caracalla il prossimo 15 luglio, un evento che avrebbe costituito una vera e propria “prima volta” per l’artista, che mai aveva avuto modo di presentare una sua opera in tale contesto. Peccato che difficilmente, allo stato attuale, tra un mese scarso sarà possibile mantenere questo impegno.

Innumerevoli i messaggi di vicinanza dei fan sui social: fra citazioni di Montalbano ed appelli a tenere duro, il popolo italiano sta dimostrando di amare davvero uno dei suoi più grandi maestri ancora in vita, una persona che tanto ci ha dato e tanto ancora potrebbe darci. Ci uniamo in maniera sentita a questi appelli, sperando che l’ora del Maestro non sia ancora arrivata.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here