Anche a voi piace l’odore dei libri? La chimica ci spiega il perchè

Un odore quasi irresistibile sprigionato dalle pagine

0
563

C’è chi ama così tanto la tecnologia che preferisce leggere sul proprio tablet. In effetti oggi sono i molti i libri che si possono scaricare gratuitamente o anche comprandoli, numerosi i generi e i titoli, per accontentare un pò tutti. Ma non tutti preferiscono questo tipo di lettura, troppo “fredda” forse e giudicata anche scomoda per i nostri poveri occhi, costretti per ore a guardare lo schermo. Volete mettere sfogliare ancora le pagine di un libro? toccare la carta e….. sentire l’odore? Direte, come l’odore!! Sì, le pagine di un libro hanno sempre un particolare odore, sia un volume appena pubblicato, sia un vecchio libro di tanti e tanti anni fa.

Un profumo davvero irresistibile

A molti questo odore irrinunciabile piace davvero tanto ed è uno dei motivi sul perchè non si riesce ad abbandonare il vecchio metodo di leggere, comprare un “vero” libro. Non pensate di essere strani, se la cosa che vi capita di fare è quella di annusare un libro, è normale e si può anche spiegare.

La chimica ci svela l’enigama

La chimica viene in nostro aiuto per svelarci questo strano enigma: è stato infatti compiuto uno studio che ci spiega cosa rende così piacevole l’odore delle pagine. Per i libri da poco usciti ci sono tre elementi da considerare: la carta con le sue sostanze chimiche all’interno, gli inchiostri usati e le colle impiegate per la rilegatura.

Un vecchio libro invece, ha in più proprio il suo passato. Il tempo trascorso e il luogo dove è stato conservato, possono infondere altri particolari profumi, che rendono magari i fogli ingialliti ancora più preziosi.

A voi dunque la scelta, un tablet o un buon libro cartaceo? Il temo ci dirà chi ha vinto!