Anche a Palermo arriva la tassa di soggiorno

0
462

Anche Palermo si aggiunge alle città che hanno adottato la tassa di soggiorno.
L’imposta, istituita dal consiglio comunale, prevede il pagamento (a partire dalla metà di maggio) di un obolo che parte da 50 centesimi per un massimo di 4 euro. A pagare l’imposta di soggiorno saranno tutti i non residenti sul territorio cittadino con più di 12 anni, che pernotteranno fino a quattro notti in hotel, bed and breakfast, case-vacanze, campeggi o case-vacanze. L’imposta non sara’ applicata ai turisti dopo la quinta notte di pernottamento.
Con l’imposta il comune prevede di incassare due milioni di euro all’anno, importo che verrà impiegato per finanziare interventi nei comparti del turismo e della cultura, in particolare, per la manutenzione e il recupero di beni culturali e per le azioni di marketing turistico.

Commenti