Ampelio Chinello, architetto, insegnante di Educazione Artistica per molti anni, ha trovato nell’acquerello il modo più congeniale per esprimersi. Soggetti prediletti dall’artista sono i paesaggi naturali, anche se non mancano alcuni ritratti, ma nulla di tutto ciò è mai banale o già visto: uno sguardo sulla realtà lucido e nello stesso tempo incantato, una luminosità ora tagliente per definire i volumi e i dettagli, ora avvolgente per sfumare i contorni e far presagire una realtà infinita, oltre l’apparenza delle cose. Questo e molto di più contraddistingue in modo netto e personale la ricerca dell’artista.
L’artista sarà presente in mostra tutti i pomeriggi.
Mostra a cura di Umberto Marinello.

17 maggio-23 giugno 2013
Padova, Galleria Samonà, via Roma

Inagurazione: giovedì 16 maggio 2013, ore 18.00
Pieghevole-invito
Comunicato Stampa

Chinello-Neve in Prato - acquerello - 22x27 - 2010-ridottaweb.JPG

Ampelio Chinello è già noto al pubblico padovano per aver esposto nelle varie edizioni della Biennale Arte della Saccisica, ma ora protagonista assoluto con i suoi splendidi acquerelli esposti nella Galleria Samonà.
La mostra offre l’opportunità di ammirare le opere realizzate in questi ultimi anni da Chinello, che fin dall’inizio della sua carriera artistica ha scelto, quale mezzo per esprimere il suo talento, la tecnica dell’acquerello, una tecnica che ha il pregio di far emergere con immediatezza il valore poetico della realtà, scivolando con leggerezza sulle cose e lasciando appena intravedere il mistero che si cela dietro la bellezza e l’armonia della natura. I suoi quadri ci propongono un mondo fatto di leggerezza, di armonie cromatiche delicatissime, di atmosfere affascinanti in cui la luce, con i suoi effetti luministici, gioca un ruolo fondamentale definendo le figurazioni e avvolgendole di un alone altamente poetico.
Ampelio Chinello-Interno ed esterno - 40x55 - 2013.jpg

Quando propone scorci con strutture architettoniche, emerge la precisione e la puntualità acquisite con i suoi studi; quando invece si dedica al paesaggio, prevale l’ispirazione lirica che produce una sublimazione eterea della realtà, risultato di una sensibilità vivissima che lo porta ad esaltare la bellezza di una natura che è sempre diversa e che illumina chi la contempla. Se, poi, si lascia andare, viene catturato dalla forza delle emozioni ed allora non ha più bisogno della figurazione e colore e luce diventano protagonisti assoluti dell’opera, anzi, dal colore e dalle sue espansioni prende vita una luce catartica che invita ad una immersione, fonte di un irresistibile effetto empatico (Umbero Marinello).
Ampelio Chinello. Nel colore la luce 2013-1.JPG

La nota dominante delle opere di Chinello è quindi ben riassunta dal titolo della mostra, così sapientemente scelto dal curatore Umberto Marinello, che da molti anni segue il percorso e l’evoluzione del Gruppo Artisti della Saccisica, di cui Chinello fa parte.

Ampelio Chinello-Inverno a Polverara - 29x37 - 2011.jpg
«L’acquerello è una delle forme più delicate di espressione artistica a cui l’Assessorato alla Cultura ha spesso dedicato ampie e numerose rassegne espositive – afferma l’Assessore alla Cultura Andrea Colasio – individuando e promuovendo gli artisti del nostro territorio più sensibili ed abili in questa particolare tecnica. Tra questi sicuramente si annovera l’opera di Ampelio Chinello».

Ampelio Chinello è nato a Polverara (PD), vive e lavora a Legnaro (PD). Diplomatosi presso l’Istituto d’Arte “P. Selvatico” di Padova, nel 1972 si è laureato in Architettura a Venezia. Insegnante di Educazione Artistica, ha iniziato con successo a dipingere prediligendo la tecnica ad acquerello. Ha esposto le sue opere in molte collettive e allestito importanti personali, collezionando una ventina di Primi Premi in altrettanti concorsi, cui si assomma un centinaio di altri Premi e riconoscimenti. Il suo nome è stato inserito nel 2010 nel nuovo Dizionario degli artisti del Novecento La pittura nel Veneto, curato da Nico Stringa ed edito da Electa. Ha tenuto una serie di lezioni sull’acquerello all’Accademia dell’acquerello a Montà e alla ZIP di Padova. È membro del direttivo del Gruppo Artisti della Saccisica.

Informazioni e biglietti
La mostra rimarrà aperta fino al 23 giugno
Ingresso libero
Orario: 10.30-12.30, 16-19.30 lunedì chiuso
Servizio Mostre – Settore Attività Culturali tel.             049 8204528
tedeschif@comune.padova.it
http://padovacultura.padovanet.it
Ampelio Chinello tel.             049 790148

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here