America e Israele: come gli ebrei americani vivono le elezioni

La maggior parte degli ebrei in America tifano per i democratici e sono contro tutte le campagne anti-immigrazione

0
763
America e Israele

La relazione tra America e Israele si è stretta sempre di più in questo periodo. Donald Trump ha fatto molto affidamento su questa unione per attirare gli elettori ebrei che vivono in America. Tuttavia, i sondaggi mostrano che la maggior parte degli ebrei americani hanno puntato la loro attenzione su aspetti più pratici. Tra questi, non può sicuramente mancare la questione immigrazione.

America e Israele: cosa voteranno gli ebrei americani?

Dobbiamo tenere conto che gli ebrei americani sono una comunità che hanno molto a cuore il loro recente passato da migranti. Questi sono sempre stati in prima linea nella difesa dell’immigrazione. Una settimana dopo essere stato eletto, Donald Trump ha interrotto viaggi e immigrazioni da sette paesi di maggioranza musulmana. Allora ci furono diverse manifestazioni e gran parte dei manifestanti erano proprio ebrei. Il rabbino Suzanne Singer ai tempi disse: “È un vero e proprio oltraggio impedire alle persone di venire qui per cercare rifugio. Mia madre era una sopravvissuta di Auschwitz. Come ebrei, sappiamo cosa vuol dire essere perseguitati“. Nel frattempo, Trump ha fatto campagne senza precedenti. Tra queste la separazione delle famiglie al confine e la riduzione del limite dei rifugiati accolti a 15.000 all’anno. Le autorità affermano che se ci fosse una rielezione del Presidente, la campagna contro l’immigrazione si limiterebbe ulteriormente. Potrebbero essere azzerate del tutto le concessioni nei confronti dei rifugiati.

Una tendenza democratica

Molti ebrei americani hanno pensato alle promesse dell’attuale Presidente quando sono andati a votare. I sondaggi mostrano che 3/4 della comunità ebrea in America ha votato per Biden, il quale ha promesso fin dall’inizio di annullare le iniziative anti-immigrazione una volta eletto. Un sondaggio del Comitato ebreo americano del 2017 ha dimostrato che 3/4 degli ebrei americani disapprovano completamente le campagne di Trump. Questi dati non sorprendono se andiamo a confrontare le tendenze della comunità ebrea in America, dove il 70% di questi tende a votare i democratici alle elezioni. Si tratta di uno dei tassi più alti di qualsiasi gruppo etnico in America.

America e Israele: la difesa dell’immigrazione

Negli anni ’20 gli ebrei americani si erano già opposti contro le campagne anti-immigrazione. Allora era stato mobilitato un disegno di legge che ridusse drasticamente l’immigrazione dell’Europa, questo portò gli ebrei a rimanere bloccati nel continente sotto il dominio nazista. Gli ebrei americani hanno sostenuto nel 2013 il presidente Barack Obama. Ai tempi Obama aveva proposto dei percorsi facilitati verso la cittadinanza legale per gli immigrati privi di documenti. Allora, Obama citò un comandamento molto ripetuto nella Torah: “La Scrittura ci dice che non opprimeremo uno straniero, perché conosciamo il cuore di uno sconosciuto. Anche noi eravamo estranei una volta“. Con l’arrivo di Trump le minacce alla soppressione di quelle riforme divenne sempre più reale. Biden ha promesso di aumentare le ammissioni dei rifugiati a 125.000 all’anno. Inoltre, il candidato ha detto che costituirà una task force per riunire le famiglie che sono state separate durante le precedenti riforme dell’immigrazione.