Amazon Alexa è un assistente personale intelligente sviluppato dalla azienda statunitense Amazon, utilizzato per la prima volta nei dispositivi Amazon Echo

Amazon Alexa, di per sé, è un’intelligenza artificiale, un assistente virtuale simile a Siri di Apple e a Cortana di Microsoft, che praticamente tutti abbiamo sui nostri cellulari. La differenza con gli altri è che la sua base non è un telefono ma un dispositivo diverso, che si chiama Amazon Echo (nel modello base, perché ha diverse varianti come Amazon Echo Tap o Amazon Echo Dot).

Cos’è in pratica l’Intelligenza Artificiale? In modo semplicistico potremmo definire l’intelligenza artificiale come l’abilità di un sistema tecnologico di risolvere problemi o svolgere compiti e attività tipici della mente e dell’abilità umane. Guardando al settore informatico, potremmo identificare l’AI – Artificial Intelligence come la disciplina che si occupa di realizzare macchine (hardware e software) in grado di “agire” autonomamente (risolvere problemi, compiere azioni, ecc.).

Amazon è stata l’azienda che, nel 2015, diede vita alla categoria degli smart speaker. Altoparlanti da collegare alla rete wireless che si controllano con la voce grazie a un assistente digitale, un software capace di capire il linguaggio umano. Nel nostro Paese Amazon è invece stata preceduta da Google, che nella scorsa primavera ha portato i suoi Google Home, animati dall’Assistente Google. L’azienda di Bezos ora si mette in pari: Alexa, la mente dei dispositivi Echo, arriva in Italia insieme a quattro dispositivi, chiamati Amazon Echo, Echo Plus, Echo Dot ed Echo Spot.

Il dispositivo ascolta continuamente l’ambiente circostante, monitorando che venga pronunciata la parola “sveglia”, che è primariamente impostata come “Alexa” Il microfono di Echo può essere disabilitato manualmente premendo il pulsante “muto”, che disabilita i circuiti di processione audio del dispositivo

Gli altoparlanti intelligenti funzionano ottimamente con una buona connessione (bassa latenza) a Internet, che minimizza i tempi di processo della comunicazione. Anche se l’applicazione è gratuita è necessario possedere di un account Amazon.

I dispositivi Echo offrono le previsioni meteo da AccuWeather e le notizie da una vasta gamma di risorse, incluse le stazioni radio locali.

Echo può riprodurre musica dall’account Amazon Music del proprietario e supporta i servizi musicali Pandora, Spotify, Apple Music e Google Play Musica collegati tramite smartphone o tablet. Echo può essere preimpostato come sveglia, timer, può programmare liste e accedere agli articoli di Wikipedia
se al dispositivo viene chiesta una domanda di curiosità generale, Echo risponde riportando le prime righe dell’articolo Wikipedia corrispondente.

Gli Echo, gli assistenti per la casa di Amazon, saranno disponibili dal 30 ottobre anche in Italia.

Per chi in casa ha degli oggetti “smart” connessi a internet poi, l’Echo Dot può essere usato per controllarli: per esempio, se avete delle luci del sistema Philips Hue, potete, non appena entrati in casa, chiedere ad Alexa di accenderle chiedendoglielo a voce. Si può abbinare anche a termostati e a prese “smart”, di quelle che si accendono a distanza. Si può usare anche per mandare messaggi e fare telefonate a chiunque abbia un altro dispositivo Echo: in pratica è una nuova versione del sorpassato telefono di casa.

Echo Dot ha una forma cilindrica, è ricoperto di tessuto ed è disponibile in tre colori: antracite ( grigio scuro), grigio mélange (un po’ meno scuro) e grigio chiaro. Il suo altoparlante è abbastanza potente da farsi sentire in più di una stanza, ma potete anche collegarlo ad altri altoparlanti, via Bluetooth (se non richiedono un codice PIN) o con un cavo stereo da 3,5 millimetri, per sentire ancora meglio.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here