Almanacco oggi 2 agosto

0
155
almanacco

E’ il 215° giorno dell’anno, 32ª settimana. Alla fine del 2020 mancano 151 giorni.

Santi del Giorno

Santo Stefano I (Papa)
Sant’Eusebio di Vercelli (Vescovo)

Sant’Alfreda (Etelreda) di Crowland (Monaca Benedettina)

Accadde Oggi

Strage della stazione di Bologna

sabato 2 agosto 1980 (40 anni fa)

Strage della stazione di Bologna: Alle 10,25 del 2 agosto 1980, una bomba esplose nella stazione di Bologna, uccidendo 85 persone e ferendone 218. Un giorno maledetto per la storia dell’Italia repubblicana!

L’esplosivo si trovava all’interno di una valigia abbandonata nella sala d’aspetto dell’ala ovest. Furono quantificati almeno 20 chili di tritolo. Alla notizia dell’attentato, tantissimi bolognesi accorsero in aiuto dei feriti nell’attesa dei soccorsi ufficiali.

La strage gettò nella costernazione tutto il Paese, aggiungendosi al lungo elenco di episodi analoghi contrassegnato come strategia della tensione. Infatti molti lati oscuri di questa vicenda non furono mai chiariti del tutto. Se gli esecutori materiali della strage furono individuati dalla magistratura tra le fila dei movimenti neofascisti dell’epoca, i mandanti non sono mai stati accertati. Anche perché le indagini furono oggetto di ostacoli e depistaggi.

Diverse congetture tirano nel gioco delle responsabilità uomini e settori dello Stato, la grande criminalità organizzata e servizi segreti internazionali. Dall’aprile 2014 sui fascicoli dell’indagine è stato tolto il segreto di Stato.

Hitler diventa Führer

giovedì 2 agosto 1934 (86 anni fa)

Hitler diventa Führer: Deceduto l’ultimo presidente della Repubblica di Weimar e al culmine di una irrefrenabile ascesa politica, Adolf Hitler accentra nelle sue mani tutti i poteri dello Stato.

Si autoproclama quindi “Führer”, ossia “capo carismatico” della Germania nazista, avviando intorno alla sua figura un potente culto della personalità. Instaura in questo modo un regime dittatoriale che durerà fino alla sua morte, nell’aprile del 1945. Questo periodo viene storicamente identificato come Terzo Reich.

Scoppia la guerra del Golfo Persico

giovedì 2 agosto 1990 (30 anni fa)

Scoppia la guerra del Golfo Persico: Centomila uomini e trecento carri armati iracheni invadono il Kuwait, su ordine del leader nazionalista Saddam Hussein. Prende così il via la prima Guerra del Golfo, il conflitto bellico di maggiore portata dalla fine della Seconda guerra mondiale e, dal punto di vista mediatico, la “prima guerra in diretta televisiva”.

Alle rivendicazioni nazionalistiche ed economiche dell’Iraq non si fa attendere la risposta di una coalizione internazionale capeggiata dagli Stati Uniti d’America, sotto la presidenza di George Bush senior. Interesse principale riconosciuto di quella guerra è in realtà il controllo della gestione delle risorse petrolifere (immensa ricchezza del territorio) e del conseguente equilibrio geopolitico mondiale, in una zona delicata come il Medio Oriente.

La fine delle ostilità è dichiarata il 28 febbraio 1991, quando le forze della coalizione respingono le truppe irachene entro i propri confini nazionali. Una seconda guerra del Golfo sarà combattuta tra il 2003 e il 2011 (dal presidente Bush figlio), provocando la fine del regime di Saddam Hussein e la nascita di un regime democratico, che non metterà fine alle feroci divisioni fra le diverse tribù locali.

Nati in questo giorno

Isabel Allende

data di nascita: domenica 2 agosto 1942 (78 anni fa)

Isabel Allende: Nata a Lima, è una scrittrice cilena tra le più famose al mondo, voce poetica di un universo femminile che alterna esperienze personali e della propria terra a quelle di donne di altri paesi.

Alla professione di giornalista, portata avanti con passione, alterna quella di scrittrice che la porta nel 1983 ad esordire con la sua opera più apprezzata, La casa degli spiriti, con forti richiami autobiografici. L’opera ispira dieci anni dopo un omonimo film, che vanta un cast stellare: Jeremy Irons, Meryl Streep, Glenn Close, Antonio Banderas, Winona Ryder e Vanessa Redgrave.

Tra gli altri romanzi noti: “La città delle bestie”, “D’amore e ombra” e “L’isola sotto il mare”. Molto toccante è Paula, scritto in ricordo della giovane figlia, morta di una malattia rara.

Nel 2010 ha ricevuto il Premio Nazionale Cileno per la Letteratura. Allende oggi è cittadina americana e vive in California.

Corrado Mantoni

data di nascita: sabato 2 agosto 1924 (96 anni fa)
data morte: martedì 8 giugno 1999 (21 anni fa)

Corrado Mantoni: Nato a Roma, Corrado Mantoni è stato uno dei pionieri della televisione italiana, volto storico della Rai e decano dei conduttori insieme a Mike Bongiorno, Enzo Tortora e Pippo Baudo. Con la sua bonaria ironia ed eleganza entrò nei cuori di milioni di italiani, per i quali era Corrado e basta.

Ventenne entrò all’EIAR come speaker radiofonico, annunciando al paese notizie di portata storica come la fine della Seconda guerra mondiale e la nascita della Repubblica Italiana. Negli anni Sessanta approdò in TV con trasmissioni storiche, quali L’amico del giaguaroCanzonissimaFantastico e l’edizione del 1974 del Festival di Sanremo.

Come autore ideò numerosi programmi per lui e per altri conduttori, come Domenica in per la Rai e Il pranzo è servito per Mediaset. Ma la sua creatura più riuscita fu la La corrida, ideato come programma radiofonico nel 1968 e portato sul piccolo schermo nel 1986, su Canale 5.

Memorabili i siparietti con il maestro Roberto Pregadio e i concorrenti più bizzarri, sottoposti all’impietoso giudizio del pubblico. Fu attivo come doppiatore e attore in alcuni film (celebre lo sketch con Totò in Premio Nobel del 1967), mentre come cantante ebbe un enorme successo con la canzone Carletto (1982), con la quale vinse un Disco d’oro.

Scomparso nel giugno del 1999, venne sepolto nel Cimitero Flaminio di Roma e nel 2004 il Comune di Roma gli intitolò una via nella zona della Bufalotta.

Fabio Testi

data di nascita: sabato 2 agosto 1941 (79 anni fa)

Fabio Testi: Nato a Peschiera del Garda, nel veronese, è un attore italiano, molto popolare negli anni Settanta e Ottanta.

Inizia come controfigura per il film Il buono, il brutto, il cattivo, capolavoro western di Sergio Leone, e da quest’ultimo viene scritturato per una piccola parte nel celebre C’era una volta il West.

Il primo ruolo di prestigio arriva con Il Giardini dei Finzi Contini di Vittorio De Sica (tratto dall’omonimo romanzo di Giorgio Bassani e premiato con l’Oscar come miglior film straniero).

Da qui comincia la carriera come attore in Italia e all’estero, per poi arrivare a recitare anche nelle fiction e nelle soap opera. Partecipa a diversi reality ed oggi vive in Spagna.

Nati… sportivi

Giampaolo Pazzini

data di nascita: giovedì 2 agosto 1984 (36 anni fa)

Giampaolo Pazzini: Nato a Pescia (in provincia di Pistoia), è stato attaccante di Atalanta, Sampdoria, Fiorentina ed Inter. Nell’agosto 2012 è passato dal nerazzurro al rossonero del Milan. Nel luglio 2015 è approdato, da svincolato, all’Hellas Verona. Da febbraio a giugno 2018 è andato in prestito al Levante in Spagna, per poi tornare nel club scaligero, contribuendo al suo ritorno in serie A.

Nella classifica marcatori all time della serie A è al 63° posto e ha segnato 111 reti in 368 presenze, ma ha giocato in serie B nella stagione 2016/17, segnando 23 volte, e in quella 2018/19, con 12 reti.
Il Pazzo (il suo soprannome) ha vinto la Coppa Italia 2010/11 con l’Inter. In Nazionale ha totalizzato 25 presenze con 4 gol.

Francesco Rocca

data di nascita: lunedì 2 agosto 1954 (66 anni fa)

Francesco Rocca: Nato a San Vito Romano, è un ex calciatore. Nel terzo millennio ha allenato diverse rappresentative nazionali, attualmente è osservatore della Nazionale. Ha giocato nella Roma dal 1972 al 1981, collezionando 141 presenze in serie A e vincendo due volte la Coppa Italia.

Veloce terzino fluidificante, è famoso per le sue sgroppate sulle fasce (in particolare la destra), che si concludevano con dei perfetti cross. Dai tifosi giallorossi è infatti ricordato con il soprannome di Kawasaki.

In Nazionale, convocato la prima volta nel 1974 dal CT Bernardini, ha totalizzato 18 presenze, segnando due reti. Una serie di gravi infortuni al ginocchio sinistro, l’hanno costretto al ritiro ad appena 27 anni.

Eventi Sportivi

Chiusura dei Mondiali di nuoto di Roma

domenica 2 agosto 2009 (11 anni fa)

Chiusura dei Mondiali di nuoto di Roma: I tredicesimi Mondiali di nuoto chiudono i battenti ma non le polemiche e le indagini giudiziarie che continueranno negli anni successivi. I numeri della manifestazione organizzata a Roma sono importanti: 185 nazioni, circa 2600 atleti.

Anche le medaglie italiane sono numerose: 4 ori, 1 argento, 5 bronzi. Federica Pellegrini vince due ori (200 e 400 metri), stabilendo anche due record mondiali. Alessia Filippi arriva prima, con record dei campionati, nei 1500 metri. L’oro maschile è di Valerio Cleri, primo nella 25 km in acque libere.

L’argento è vinto dalla formidabile coppia Tania Cagnotto-Francesca Dallapé, che nei successivi Mondiali di Shanghai si classificherà al sesto posto, per rifarsi poi con un altro secondo posto in quelli di Barcellona nel luglio 2013, sempre dietro le incredibili cinesi.

Pantani vince il Tour de France

domenica 2 agosto 1998 (22 anni fa)

Pantani vince il Tour de FranceMarco Pantani, grande e sfortunato campione italiano, dopo il Giro d’Italia 1998, vince anche la ottantacinquesima edizione del Tour de France. L’importante gara ciclistica francese era partita l’11 luglio da Dublino in Irlanda. Dietro il Pirata si piazzano Jan Ullrich (vincitore del Tour ‘97) e Bobby Julich.

Pantani è il secondo italiano a riuscire nell’impresa (dopo Felice Gimondi nel 1965). Dopo 16 anni, nel 2014, sarà Vincenzo Nibali a conquistare la prestigiosa gara a tappe francese.

I Doodle di Google

Migrazione degli Gnu

2 agosto

Migrazione degli Gnu: Nel 2011, per il Kenya e la Tanzania, Google ha mostrato un doodle, realizzato dall’artista Samuel Githui, per ricordare la Migrazione degli Gnu. Ogni anno, tra luglio e ottobre, due milioni di animali migrano dal Parco Nazionale di Serengeti (in Tanzania) ai pascoli più verdi della Riserva Nazionale del Masai Mara (in Kenya). Vaste pianure vengono letteralmente ricoperte da questi animali. Oltre agli gnu si spostano anche antilopi, gazelle e zebre, nonché diversi predatori in cerca di prede!

Scomparsi oggi

William Burroughs

data di nascita: giovedì 5 febbraio 1914 (106 anni fa)
data morte: sabato 2 agosto 1997 (23 anni fa)

William Burroughs: Personaggio chiave della beat generation, è stato uno degli scrittori più originali della controcultura americana degli anni Cinquanta e Sessanta, e un’icona hippy per la condotta fuori da ogni regola.

Nato a Saint Louis, nel Missouri, come William Seward Burroughs II e morto nell’agosto del 1997 a Lawrence. Cominciò a scrivere già in età adolescenziale e prima dei trent’anni finì preda della droga, avvicinandosi con la sua vita sregolata alla Beat Generation e stringendo una forte amicizia con Jack Kerouac.

Dopo il primo successo con il romanzo semi-autobiografico La scimmia sulla schiena, nel 1959 pubblicò il suo capolavoro, Pasto Nudo, incentrato sul controllo delle menti esercitato dallo Stato. Oltre a 18 romanzi, scrisse sei raccolte di prose, tra cui il racconto fantascientifico “Blade Runner, un film”, che ispirò nel titolo il celebre film di Ridley Scott nel 1982.

Nominato nell’American Academy and Institute of Arts and Letters, poco prima di morire Burroughs prese parte al videoclip “Last Night on Earth” degli U2.

Pietro Mascagni

data di nascita: lunedì 7 dicembre 1863 (156 anni fa)
data morte: giovedì 2 agosto 1945 (75 anni fa)

Pietro Mascagni: Tra i maggiori compositori del periodo a cavallo tra Ottocento e Novecento, è considerato il caposcuola del verismo musicale, cui venne accostato anche Giacomo Puccini.

Nato a Livorno, si formò studiando pianoforte e organo prima nella sua città, poi al Conservatorio di Milano, sotto l’autorevole guida di Amilcare Ponchielli. Quando il destino sembrava relegarlo nell’anonimo ruolo di direttore di banda a Cerignola, raggiunse improvvisa fama con Cavalleria rusticana, suo capolavoro assoluto, che gli fece conquistare il premio Sonzogno nel 1889.

Da quel momento e fino all’inizio del secolo la sua musica riecheggiò nei principali teatri internazionali, da San Pietroburgo agli Stati Uniti, passando per Vienna, dove partecipò come direttore d’orchestra. Autore tra gli altri di 15 opere, un’operetta, canzoni e romanze, si spense a Roma il 2 agosto 1945.

Commenti